menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Simone Edera possibile titolare sulla fascia sinistra

Simone Edera possibile titolare sulla fascia sinistra

Reggina-Chievo, la probabile formazione amaranto: energie e staffette da sfruttare

Oggi alle 15 il fischio d’inizio per la sfida del Granillo. Amaranto senza lo squalificato Loiacono. Possibile rivedere Kingsley al posto dell’infortunato Folorunsho da trequartista

Dare tutto nell’ultimo appuntamento per poi tirare il fiato durante la sosta. La Reggina è chiamata a battagliare a viso aperto oggi contro il Chievo, prima di lasciare la scena alle Nazionali e ripartire ad aprile in quella che sarà una vera e propria volata finale del campionato.

La sconfitta della precedente uscita, firmata Brescia 1-0, dovrà essere riscatta dagli amaranto per non sprecare il buon vantaggio accumulato dalla zona calda e gestire con maggiore serenità le prossima settimane di lavoro. Riuscire ad avere la meglio contro una squadra in lotta per i playoff non è mai semplice, a maggior ragione se davanti si ha l’alto tasso tecnico del Chievo. Per riuscirci, mister Baroni dovrà schierare in campo una squadra equilibrata, tenendo però conto delle energie a disposizione, visto i numerosi impegni ravvicinati delle ultime settimane.

Infortunati e squalificati

Lato infermeria la Reggina non deve fare i conti con delle grosse novità, anche se un nome su tutti rende più ardua la missione anti Chievo. Si tratta, chiaramente, di Michael Folorunsho. Il giovane e forte trequartista sta recuperando dalla distorsione alla caviglia destra, ma sarà a disposizione solo dopo la sosta. Oltre all’ex Bari, domani mancheranno i soliti noti Faty e Petrelli, anche loro bloccati da guai fisici.

reggina-monza loiacono giuseppe

Il grande assente per motivi diversi domani è capitan Loiacono. Il difensore centrale dovrà scontrare il turno di squalifica, dopo l’ammonizione in diffida collezionata nell’ultima partita. Il calciatore pugliese dovrà guardare la partita dagli spalti, insieme agli altri non convocati Rossi, Gasparetto e Vasic. Il trio, naturalmente, è fuori per scelta tecnica ormai da tempo.

Turnover e staffette

Mister Baroni l’ha già anticipato in conferenza stampa. “I cambi vanno sfruttati, sono più staffette. Se questo avviene vuol dire che stai facendo bene, confezioni una prestazione di alto livello”, ha spiegato il tecnico. Dunque, prepariamoci a vedere una serie di novità nel corso della partita volte a mantenere sempre alti i giri del motore.

Chi non ha bisogno di grande riposo è Nicolas, pronto all’ennesima titolarità in porta. I centrali di difesa, complice l’assenza di Loiacono, saranno Stavropoulos e Cionek, anche se Baroni è sempre tentanto dal dare fiducia al giovane Dalle Mura. Prima o poi arriverà la sua occasione. I terzini lasciano spazio al ballottaggio e alle già citate staffette. Di Chiara più di Liotti a sinistra e Lakicevic invece di Delprato a destra sembrano essere gli indiziati speciali a partire quantomeno dal 1’.

reggina-monza cionek thiago 01-2

Il modulo base da cui partire non dovrebbe essere stravolto, quindi a centrocampo sarà mediana a 2 oltre al trequartista più avanti. Crimi, rientrato dopo la squalifica, si riprenderà il suo posto da leader in mezzo al campo. Ad affiancarlo in vantaggio su tutti è Crisetig. Occhio anche a Bianchi, non utilizzato in avvio a Brescia. Prima staffetta già pronta.

La trequarti, causa assenza di Folorunsho, può accettare ogni tipo di soluzioni o ragionamenti della vigilia. A Brescia, Baroni ha scelto Kingsley e ci vorrà puntare ancora. Il giocatore di proprietà del Bologna non ha i 90’ sulle gambe e tra farlo partire dal 1’ o metterlo a gara in corso, il Baroni pensiero in passato ci ha già detto che in situazioni simili meglio la prima opzione. Lecito, ma non scontato, aspettarsi lui da titolare per poi dar vita ad un'altra staffetta, magari con Rivas o Bellomo.

reggina_pordenone micovschi 01-2

Gli esterni sono pronti a rinnovarsi. Lo stesso Rivas, chiamato con orgoglio a rispondere alla convocazione nel suo Honduras lunedì, dovrebbe partire dalla panchina vista anche la non perfetta condizione sul finale di Brescia-Reggina. Chi è stato utilizzato con regolarità nelle ultime uscite è anche Bellomo. Entrambi vanno valutati in relazione a quante energie potranno spendere e a scalpitare ci sono Edera, Micovschi, Situm e Menez, in rigoroso ordine di preferenza. Possibile che Baroni voglia puntare sulla freschezza dell’italiano e del rumeno, per poi passare ai cambi cruciali nel secondo tempo.

reggina-monza orji okwonkwo 01-2

L’attacco è una questione a due, ma entrambi possono sperare in un buon minutaggio. Montalto vuole riprendersi la maglia da titolare e Okwonkwo viene da una serie di partite consecutive dal notevole impegno. La sfida resta aperta, ma alla fine potrebbe spuntarla l’italiano per l’avvio di gara.

La probabile formazione della Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Lakicevic, Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Crimi, Crisetig; Edera, Kingsley, Micovschi; Montalto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nasce la "Fede Reggina", gioiello ispirato al lungomare Falcomatà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento