menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Baroni (foto da conferenza online)

Marco Baroni (foto da conferenza online)

Verso Reggina-Cittadella, Baroni: “Avere la forza mentale per risolvere i problemi"

Prima conferenza di vigilia amaranto per il neo allenatore. I calabresi ospitano i settimi in classifica e vorranno iniziare ad invertire il trend negativo che li ha relegati in zona playout

Si respira aria nuova da trasformare al più presto possibile in risultati positivi. La Reggina aveva chiaramente bisogno di una rivoluzione tecnica per sperare di dare un senso ad una stagione che ha preso una pessima piega. Attualmente si disputerebbero i playout ed è chiaramente una situazione da evitare. Non resta che affidarsi a Baroni, tecnico che ritrova la Serie B e proverà a rigenerare gli amaranto.

L’allenatore fiorentino ha preparato, se pur in pochi giorni, la difficile partita contro il Cittadella. I settimi in classifica corrono veloci e si presentano al Granillo da grandi favoriti. Vigilia delicata, dunque, per Baroni che nell’odierna conferenza stampa ha così presentato la sfida: “Il Cittadella è il peggior cliente perchè ha continuità di lavoro e fa un calcio che conosce bene ha un progetto tattico che va avanti da anni. Quando incontri una squadra che sa perfettamente cosa fare sul campo per noi deve essere un test importante e ne abbiamo bisogno. Ci deve dare più motivazione perchè affrontiamo una signora squadra ed è sempre nelle prime posizioni ormai da anni. Non lo scopro certamente io, ma non dobbiamo guardare l'avversario. Per sopperire ad alcune cose dobbiamo mettere carattere."

Lo stato del gruppo

"Sta bene nel senso che è motivato, ha voglia ed è consapevole della situazione. C'è la convinzione di lavorare per tirarsi fuori dai problemi. Abbiamo avuto pochi giorni di lavoro ma non deve essere un'attenuante. Questo è il percorso da fare e ognuno di noi deve fare qualcosa in più. Adesso deve parlare il campo. Sono uno molto pratico, la squadra non deve conoscere paura e timore. Dobbiamo dare tutto in un momento di difficoltà anche dal punto di vista numerico. Ci sono dei giocatori assenti e ci sarà possibilità anche per chi è stato utilizzato meno. Ci sono motivazioni e stimoli da tutte le parti e attendo delle risposte importanti."

Cambio di modulo

“Chiaro che abbiamo lavorato su un atteggiamento e cambieremo qualcosa. Stiamo ancora valutando un paio di elementi però in linea di massima la cosa importante non è tanto il sistema quanto la consapevolezza e il coraggio. Dobbiamo mettere delle componenti importanti e avere personalità. Dobbiamo essere bravi a guardare a testa alta e avere la forza mentale per andare a risolvere i problemi."

Lista indisponibili

“A me piace parlare dei presenti più degli assenti ma ci sono dei giocatori come Menez, Faty, Charpentier e si è aggiunto Cionek che non sono disponibili. Adesso abbiamo Rivas in dubbio. Chiaramente anche i vari Situm e Rossi, la lista è un po' lunga. La mia attenzione è rivolta a chi sta bene. C'è da attingere a tutte le risorse per affrontare una partita molto complicata."

Individualità

“Ho parlato con tutta la squadra perchè in questo momento quando arriva un allenatore nuovo mi devo fare un'idea su quello che vedo durante l'allenamento. C'è da guardare duemila cose e dobbiamo concentrarci anche dal punto di vista tattico e ci siamo focalizzati solo su quello. Lafferty? Adesso è rientrato e ha trovato il gol che è il suo pane vitale. Adesso che c'è una nuova partita potrà dare il suo contributo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento