menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Enrico Guarna

Enrico Guarna

Reggina-Cremonese, la probabile formazione amaranto: dubbi solo sugli esterni

Un punto di differenza tra le due rose che domani si sfideranno al Granillo. Gli amaranto ritrovano Denis. In difesa si rivede Cionek per Stavropoulos. Porta affidata a Guarna

Salvezza come parola chiave che lega Reggina e Cremonese, entrambe vogliose di allontanarsi il più possibile dalla zona calda e farlo negli scontri diretti è di vitale importante. Se sei amaranto, poi, hai una missione da non fallire per nessuna ragione al mondo: la continuità. Vincere aiuta a vincere e dopo Reggio Emilia servono altri tre punti per scalare ulteriormente la classifica.

Posta in palio alta e opportunità da non sprecare. Mister Baroni vorrà continuare a portare la sua squadra a galla dopo il quasi annegamento degli ultimi difficili mesi. Per farlo si affiderà alle certezze che da tre partite a questa parte hanno permesso alla Reggina di costruire solide prestazioni. Mancheranno i soliti noti dall’infermeria, ma c’è da sorridere. German Denis ha finalmente recuperato ed è arruolato. Assente Stavropoulos, espulso contro la Reggiana. Di seguito la lista dei convocati:

  • Portieri: Farroni, Guarna, Plizzari.
  • Difensori: Cionek, Delprato, Di Chiara, Gasparetto, Liotti, Loiacono, Peli, Rolando.
  • Centrocampisti: Bianchi, Crisetig, De Rose, Folorunsho, Marcucci, Mastour, Rivas, Situm.
  • Attaccanti: Bellomo, Denis, Vasic.
  • Indisponibili: Charpentier, Faty, Lafferty, Ménez, Rossi. Squalificato: Stavropoulos (1)

Uomini di fiducia

Uscire dalla crisi non è semplice, ma il percorso per riuscirci adesso sembra possibile grazie a dei giocatori che chiamati in causa non deludono. Ecco perché le scelte di formazione, alla vigilia, sembrano poter farsi forte di certi pilastri imprescindibili. Il modulo, poi, sarà una conseguenza. I tre assetti di partenza utilizzati finora (4-4-2, 4-3-3 e 4-2-3-1) variano in base ai compiti durante la partita, ma la sostanza è che Baroni dei calciatori quasi imprescindibili li abbia già individuati.

Discorso ben chiaro per Guarna, sempre pronto a dare garanzie tra i pali da un anno e più a questa parte. Sarà ancora una volta lui il prescelto, lasciando Plizzari in panchina. La conferma, a tal proposito, è arrivata direttamente da Baroni in conferenza stampa. 

Davanti al portiere, pronta una linea a quattro che il tecnico ha dimostrato di non volerla cambiare. Unica differenza riguarda lo squalificato Stavropoulos, sostituto da Cionek. Per il resto è sempre Delprato a destra, Loiacono al centro e Di Chiara a sinistra.

Tre centrocampisti, più di altri, sono venuti fuori con prestazioni e mentalità giusta. Si tratta di Bianchi, Crisetig e Folorunsho. Impiegati con regolarità da Baroni, anche domani dovrebbero contare su una maglia da titolare a prescindere se agiranno sulla stessa linea a 3 o con l’ex Bari trequartista. 

Attacco tra dubbi e certezze

Rivas punta centrale, sarà pure adattato ma in quella posizione sta migliorando di partita in partita. La ricorrente situazione infortunati non permette altre scelte. Denis è tornato a disposizione ma non gli si potrà chiedere di più di uno spezzone, come ampiamente anticipato da Baroni in conferenza. Dato che sempre di esterni si parla, visto il ruolo naturale dell’honduregno, qui vanno aperti gli unici apparenti ballottaggi di giornata. Situm e Liotti si ripropongono dopo la titolarità di Reggio Emilia, ma risulta impossibile non considerare lo scalpitante ed ispirato Bellomo. La sfida, per due maglie, è però a quattro visto che Rolando non parte di certo molto indietro. Al momento sembrano poterla spuntare il croato a destra ed il barese a sinistra. A Baroni l’ultima e decisiva sentenza.

La probabile formazione della Reggina (4-2-3-1): Guarna; Delprato, Loiacono, Cionek, Di Chiara; Bianchi, Crisetig; Situm, Folorunsho, Bellomo; Rivas.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento