Forza esplosiva Reggina, gli amaranto scardinano la Cremonese e chiudono sull’1-0

L’ultima partita del 2020 la decide una punizione di Folorunsho. I calabresi guadagnano con ampio merito la seconda vittoria consecutiva. Espulso Strizzolo nella ripresa

L'esultanza di Michael Folorunsho

Intraprendere la strada della continuità per tirarsi fuori dai bassi fondi della classifica e alzare il morale generale. Il lavoro di Baroni continua a gonfie vele e l’ultima apparizione del 2020 illumina il percorso e regala la seconda vittoria consecutiva contro un avversario difficile da superare, ma la missione è riuscita con insistenza e caparbietà.

La conferenza post partita di Baroni e Loiacono

La Cremonese non è una squadra da sottovalutare, non avrà qualità tecniche eccelse ma possiede un assetto in grado di far giocare male chiunque e limitare non poco ogni tipo di attacco. Succede anche al Granillo che i grigiorossi si difendono senza lasciare spiragli di ogni tipo, per poi affidarsi a lanci lunghi e contropiede per l’eventuale corsa offensiva. In tale scenario serve un episodio che sblocchi tutto o una costruzione di gioco di un certo spessore. Per la seconda la Reggina ci arriverà col tempo, la prima è rappresentata dalla meravigliosa soluzione di Folorunsho. La sua punizione da distanza siderale decide la sfida e contando il continuo giro palla e i pericoli mai realmente subiti, la vittoria risulta ampiamente meritata per gli amaranto. Il carattere non manca ad una squadra di cui andare fieri, il percorso continua.

Scelte di formazione

Poco tempo a disposizione e solo Denis a mezzo servizio tra i recuperi. Mister Baroni, in passato allenatore proprio della Cremonese, tende ad affidarsi alle certezze di Reggio Emilia per lo schieramento odierno. Assente Stavropoulos per squalifica e i vari Rossi, Faty, Charpentier e Menez per infortunio. Unica novità rispetto all’ultima vittoria è rappresentata da Cionek in difesa a sostituire il greco. Titolare Bianchi, ex di giornata tra le fila amaranto.

Facciamo doverosamente la conta degli assenti anche in casa Cremonese, dove Bisoli ha dovuto fare a meno di giocatori importanti come: Buonaiuto, Castagnetti, il grande ex amaranto Ceravolo, Crescenzi, Deli, Fornasier, Girelli e Terranova. A differenza della sconfitta per 2-0 subita contro il Monza nell’ultima giornata, i grigiorossi cambiano tre giocatori. In difesa presente Zortea e non Terranova, a centrocampo Ghisolfi prende il posto di Castagnetti e per concludere esterno sinistro è Nardi invece di Celar.

Lenta strada verso il vantaggio nel primo tempo

La Cremonese si presenta molto ordinata e ben disposta in campo. Bisoli ha deciso di lasciar giocare la Reggina dal basso, non andando a pressare sui difensori. Loiacono su tutti chiamato ad impostare ma senza successo nei minuti iniziali. Ospiti pronti a sfruttare eventuali errori avversari ma, nonostante la non brillante costruzione, gli amaranto non rischiano nulla.

Non è facile scardinare le linee grigiorosse. La Cremonese in fase offensiva è praticamente inesistente, la sua tattica consiste principalmente nel lancio lungo quasi alla cieca in cerca della torre Ciofani. In situazioni del genere serve pazienza, perchè solo con insistenza e lucidità si può avere la meglio. Morale della favola: in 30 minuti non succede nulla da segnalare in termini di occasioni pericolose. Zero tiri in porta da una parte così come dall'altra.

La Reggina mantiene il giro palla, ma non riesce a costruire una concreta incursione offensiva fino al 42'. Dalla sinistra Situm spinge con forza, mette in mezzo un cross teso verso il centro. Liotti sfiora quel tanto che basta di testa per prolungare la strada del pallone poi conclusa con una clamorosa traversa.

È lo scoccare del 45esimo minuto quando gli amaranto la sbloccano con grande merito. Punizione centrale da circa trenta metri, Crisetig appoggia a Folorunsho che calcia di potenza pura. La sfera viene deviata ed è diretta verso l'angolino basso del secondo palo. Volpe prova ad allungarsi ma è impossibile arrivarci, gol di pregevole fattura impresso sul tabellino.

Secondo tempo di controllo

Il canovaccio della partita cambia radicalmente nella ripresa e non potrebbe essere altrimenti. Per forza di circostanze la Cremonese deve scoprirsi maggiormente e costruire con più frequenza. La Reggina ha maggiori possibilità di far male sulle ripartenze, ma è fondamentale in entrambe le fasi il lavoro degli esterni, capaci di cantare e portare la croce, Situm su tutti. Unico filo conduttore rispetto alla prima frazione è l'assenza di azioni da gol in avvio.

La prima novità si verifica al 31' quando Strizzolo commette una grossa ingenuità. Fallo a centrocampo, ammonizione e doppio giallo per proteste. Cremonese in dieci uomini. Al 32' si esalta Guarna. Dal limite dell'area arriva un poderoso tiro di Gustafson, parato egregiamente dal portiere amaranto. Estremo difensore protagonista anche un minuto dopo quando un'imbucata rasoterra premia Ciofani. Al tiro rasoterra, Guarna va ad opporsi di piede. Al 45' vicina al raddoppio la Reggina con Rivas a spingere sulla destra, palla dentro che finisce sul secondo palo per Bellomo. Il 10 controlla e calcia, ma dice di no Volpe.

Tabellino e pagelle amaranto

Reggina (4-2-3-1): Guarna 6; Delprato 6.5, Loiacono 6.5, Cionek 5.5, Di Chiara 7 (43' st De Rose sv); Bianchi 6 (43' st Rolando sv), Crisetig 6; Situm 7 (36' st Denis sv), Folorunsho 7, Liotti 6.5 (25' st Bellomo 6); Rivas 6. A disposizione: Farroni, Guarna, Gasparetto, Peli, Marcucci, Mastour, Vasic. Allenatore: Baroni 6.5

Cremonese (4-3-3): Volpe; Zortea, Bianchetti, Fiordaliso (43' pt Ravanelli), Valeri; Valzania, Gustafson, Ghisolfi (1' st Celar); Pinato, Ciofani, Nardi (20' st Strizzolo). A disposizione: Alfonso, Zaccagno, Bernasconi, Bia, Gaetano, Schirone. Allenatore: Bisoli.

Arbitro: Maurizio Mariani della sezione Aprilia (Margani di Latina e Ruggieri di Pescara). IV uomo: Ivan Robilotta di Sala Consilina.

Marcatori: 45' pt Folorunsho (R)

Note – Partita disputata a porte chiuse come da disposizione del Governo in materia di Covid-19. Ammoniti: Delprato (R), Valeri (C), all. Bisoli (C), Strizzolo (C), Rivas (R). Espulsi: 31' st Strizzolo (C) per somma di cartellini gialli. Calci d'angolo: 3-2. Recupero: 2' pt, 4' st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperitivo con oltre 20 persone in un negozio etnico: cinque multe e attività chiusa

  • "Vado a posare il fucile e poi torno", gli attimi seguenti all'omicidio nel racconto del figlio delle vittime

  • Per i Carabinieri ad uccidere i coniugi di Calanna sarebbe stato Francesco Barillà

  • Duplice omicidio di Calanna, arrestato il responsabile della morte dei coniugi Cotroneo

  • Controlli anti Coronavirus, 30 persone in un bar del centro: attività chiusa e sei multe

  • Brogli elettorali, inchiesta si allarga: avviso di garanzia per 29 componenti dei seggi

Torna su
ReggioToday è in caricamento