Venerdì, 23 Luglio 2021
Sport Centro / Via Erminio Bercarich, 4

Barriere, coperture e stazione: le novità di Fabio De Lillo sul progetto stadio Granillo

Parola al rappresentante istituzionale della Reggina. “Entro un mese daremo mandato all’azienda”, ha detto in merito all’ammodernamento dell’impianto

Fabio De Lillo allo stadio Oreste Granillo

Dichiarazioni, prospettive e buoni propositi. Tutti indirizzati verso un Granillo che presto potrebbe essere rinnovato, aprendo così i propri cancelli alla modernità e ad un futuro ricco di ambizioni per la Reggina.

La situazione è ancora in fase embrionale, ma la società amaranto lavora da tempo per salire i vari gradini di un iter che porterà alla realizzazione dell’importante e storico progetto. Oggi arrivano degli aggiornamenti significativi in merito, direttamente dalle parole di Fabio De Lillo. Il rappresentante istituzionale della Reggina ha spiegato alla tv ufficiale del club i prossimi passi: “Partiamo dalla storia soprattutto recente della Reggina che vede come suo monumento fondamene il Granillo. La struttura ha avuto un ammodernamento visivo per le regole che imponeva al proprietario dell’impianto di mettere i seggiolini. Questo è un punto di partenza, noi vogliamo uno stadio moderno e al passo con i tempi per cui daremo entro un mese mandato all’azienda che ci farà il progetto preliminare per studiare un modello di come dovrebbe venire lo stadio Granillo. Una volta avuto, lo presenteremo al Comune e i progettisti dovranno parlare con l’Amministrazione. Bisogna sviluppare anche l’area adiacente in maniera omogenea alle loro idee."

De Lillo ha poi svelato alcune caratteristiche del potenziale impianto rinnovato: "La stazione ci sarà, è un’idea del Comune e della società per fare un arrivo facilitato che porterà i tifosi reggini dal centro di Reggio ma anche dalla provincia. Un mezzo di arrivo ci sarà sicuramente. Dopo la presentazione del progetto partirà l’iter e verrà messo al bando perché è un progetto pubblico e chi offrirà di più se lo aggiudicherà. 

L’idea dei vari progetti - aggiunge - va in base ai livelli di intervento che ci verranno presentati. Senz’altro il poter mettere le tribune coperte è la cosa fondamentale. Rendere le entrate più facilmente raggiungibili soprattutto per i portatori di handicap. Questi i punti da cui si parte. Il nostro sogno è di poter togliere le infrastrutture che dividono il campo dalle tribune. Pensiamo che il pubblico reggino sia talmente maturo da far sì che non ci sia una barriera. Vediamo poi se ci sarà il riempimento delle tribune con delle torri e dentro uffici e alberghi. Queste proposte le vaglieremo con il presidente. 

Dovremmo riqualificare - conclude Fabio De Lillo - la piazza nelle vicinanze al Granillo e un’area di collegamento tra lo stadio e la stazione come area commerciale. Ci sarà un parco per le famiglie e uno commerciale e un collegamento con un ponte per raggiungere i quartieri che stanno al di là della ferrovia con lo stadio. Ci presenteranno tanti progetti e noi sceglieremo. La tribuna autorità sarà ammodernata con sky box in alto, veri e propri appartamenti. Tribune quindi dedicate agli sponsor che potranno invitare i loro clienti."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barriere, coperture e stazione: le novità di Fabio De Lillo sul progetto stadio Granillo

ReggioToday è in caricamento