Martedì, 28 Settembre 2021
Sport Via Sbarre Inferiori, 304A

Reggina, Galabinov: "Convinto dal progetto, suderò la maglia"

L’attaccante bulgaro, nuovo acquisto degli amaranto, si è presentato in conferenza stampa al Sant’Agata. Davanti ai giornalisti è intervenuto anche il patron del club Luca Gallo

Giornata di parole in casa Reggina, di quelle importanti da tenere d’occhio. Siamo a ridosso dall’inizio di un nuovo campionato di Serie B e la rosa amaranto è praticamente definita. Uno degli ultimi tasselli è stato Andrej Galabinov, l’attaccante che proverà a trasformare in realtà i sogni dei tifosi. Proprio il bomber, insieme alla presenza del presidente Gallo, si è presentato in conferenza stampa.

Il Sant’Agata ha fatto da teatro alle dichiarazioni dei due osservati speciali. Primo a prendere la parola è stato il patron romano, che ha affermato: “Galabinov ha firmato un contratto triennale che è lungo ed è stato proposto da noi perchè crediamo nel calciatore e lui crede nel progetto della Reggina. Ha fatto più di 100 gol nella propria carriera professionistica e ha già vinto la B. Uno di quelli che piace a me e spero sia lo stesso con la gente. Sono orgoglioso di aver portato Andrej qui e ringrazio il direttore Mangiarano e soprattutto il ds Taibi per l'operazione."

Interpellato sulla situazione economica e il periodo storico della crisi pandemica, Gallo ha specificato: "Quando abbiamo aperto la prevendita, non ricordavo l'ultima volta che mi era stata comunicata la vendita di un biglietto. Mi sono quasi emozionato per un minimo di incasso che forse entrerà. Era praticamente un anno e mezzo dall'ultimo evento calcistico in cui la società ha potuto avere un'entrata. Io invito i tifosi della Reggina a venire allo stadio per godere dello spettacolo e anche perchè così qualcosa andiamo ad incassare."

Le parole di Galabinov

Oltre a quanto detto da Gallo, l’attenzione è stata riservata soprattutto al nuovo arrivato. Quell’Andrej Galabinov svincolato dallo Spezia e che poco più di 24 ore fa è sbarcato sul mondo Reggina. Così l’attaccante: “Già all'aeroporto ho sentito il calore della gente. Sono tre anni di contratto e credo veramente nel progetto. Faremo un gran lavoro, cercando di soddisfare i nostri tifosi.

Sono stato voluto fortemente. Ho avuto altre richieste ma sono stato convinto dal presidente e dal mister che questa è una realtà ambiziosa e valida. So benissimo che Reggio è una grandissima piazza e ai tifosi posso promettere che suderò la maglia."

Si parla di caratteristiche in campo e della punta fisica che Galabinov è: "Il calcio - spiega l'attaccante - è cambiato dagli anni di Guardiola al Barcellona. Si è iniziato a giocare con il falso nove, ma ci sono tanti attaccanti come me anche in Serie A e non solo, come Ibra, Kane e Lukaku. Non credo che io sia vecchio stampo, oltre alla fisicità ho una discreta tecnica. Mi piace molto far giocar la squadra e fare anche assist."

Famiglia legata alla pallavolo quella di Galabinov, che lo stesso ricorda così: "I miei genitori sono stati grandissimi pallavolisti. Da piccolo vedevo le loro partite. Ogni tanto ci giochiamo anche con mio fratello e aiuta per la coordinazione."

Riguardo la sua condizione fisica, ha detto: "L'anno scorso sono partito veramente bene, poi c'è stato questo infortunio che mi ha tenuto fuori dal campo più di tre mesi. Sono rientrato e ho giocato in Coppa Italia, ma il mister ha fatto le sue scelte e non ha puntato più su di me. Quest'estate non ho fatto vacanze, mi sono focalizzato allenandomi sulla condizione fisica e sto bene."

Aglietti tirato in ballo con la sua dottrina tattica che per Galabinov: "Gioca in maniera ottima. Sono veramente contento di poter lavorare con lui. L'avevo già incontrato in passato da avversario. Oggi è stato il mio primo allenamento e ho avuto buonissime sensazioni. La rosa è molto valida e i concetti del mister sono interessanti e possiamo fare tutti bene."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina, Galabinov: "Convinto dal progetto, suderò la maglia"

ReggioToday è in caricamento