rotate-mobile
Sport

Galabinov in arrivo: il profilo del bomber per la Reggina

Manca solo l’ufficialità per il passaggio dell’attaccante bulgaro in amaranto, dopo esservi svincolato dallo Spezia. Per lui all’attivo ben 181 presenze e 57 gol in Serie B

Andava rinforzato sensibilmente e, nonostante le difficoltà generali per un calciomercato a rilento per tutte le squadre, la Reggina ha dato una marcia in più al suo attacco. Tumminello e Galabinov, due punte pronte a dare man forte ai vari Menez, Denis e Montalto per una stagione in cui i gol dei centravanti saranno come sempre determinanti.

Andrej Galabinov sarà l’ultimo, in ordine di tempo, ad arrivare a Reggio Calabria per poi far scattare un’ufficialità attesa in giornata. Il suo passaggio in amaranto è scontato, dunque la cruciale scelta del bomber di categoria è ricaduta sull’esperto calciatore bulgaro atteso come uno degli uomini determinanti nello scacchiere di Aglietti.

Caratteristiche tecniche

Galabinov è nato a Sofia il 13 novembre 1988. È, dunque, in un’età in cui può dare ancora molto al calcio e si ritrova con buoni margini di miglioramento. A 32 anni si può essere ancora centrali nei progetti delle squadre ambiziose e così sarà anche alla Reggina. 

Il bulgaro è una prima punta pura, con un notevole peso specifico. Siamo davanti, infatti, ad un calciatore alto 1,92, quindi la specialità del colpo di testa è tra le sue arme principali e nei duelli fisici si fa rispettare. Niente di meglio per il campionato di Serie B.

La carriera

L’Italia è nel destino di Galabinov ormai da sempre, fin dai tempi delle giovanili con Castellarano e Bologna. Il suo esordio in Serie B è datato 2011 al Livorno per sole tre apparizioni. Tanta Lega Pro in mezzo, prima di ritornare in cadetteria nella stagione 2013-’14 ad Avellino. Qui sboccia definitivamente grazie anche e soprattutto ai 15 gol in 39 partite, in quella che sarà la sua miglior annata in termini realizzativi.

La grande occasioni ai massimi livelli arriva nel 2017 per Galabinov quando il Genoa, colpito dalle sue prestazioni in B con il Novara nelle passate due stagioni (77 presenze e 26 gol), decide di portarlo in squadra e farlo esordire in Serie A. 20 partite e 3 reti dopo viene subito ceduto allo Spezia ritrovando un campionato, la cadetteria, che sembra essere cucito su misura per lui. 

L’ultima società con cui Galabinov ha giocato, prima di arrivare alla Reggina, l’ha portato anche a trionfare in Serie B. L’anno della storica promozione in Serie A dello Spezia ha visto il bulgaro contribuire con 19 presenze e 7 gol. La scorsa annata, di nuovo in massima divisione, ha registrato alti e bassi per un attaccante che comunque il suo contributo alla salvezza della squadra l’ha fatto registrare: 12 partite e 3 reti. 

Un anno dopo ritrova la Serie B con la Reggina e le aspettative sono evidentemente alte. Candidato ad essere il faro offensivo dell’intera manovra amaranto, Galabinov dovrà subito entrare nei meccanismi tattici di Aglietti e portare gol pesanti per la buona riuscita di un campionato ostico e complesso, ma di questo è già più che esperto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galabinov in arrivo: il profilo del bomber per la Reggina

ReggioToday è in caricamento