Martedì, 21 Settembre 2021
Sport Centro / Via Erminio Bercarich, 4

Reggina-Reggiana, Baroni nel post: "Merito della squadra che ha saputo reagire"

Il mister amaranto si presenta in sala stampa dopo aver vinto con la squadra per 2-1 contro i granata. "Più merito nostro che demerito loro", afferma il tecnico dei calabresi

Marco Baroni

Serviva vincere per alimentare il sogno playoff e così è stato. La prestazione non ha certamente convinto a pieno, ma l'importante è il risultato finale e oggi la Reggina ha superato la Reggiana 2-1. Decisivo Rivas, così come i cambi perfettamente studiati e bilanciati da Marco Baroni.

La cronaca di Reggina-Reggiana

Terminata la partita, proprio il tecnico amaranto ha così risposto alle domande in sala stampa da remoto: "Ci sono delle strategie che fai prima della partita in funzione dei cambi. Avevamo qualche giocatore come Edera che non era stato benissimo e Folorunsho che rientrava. Anche Loiacono era un po' che non stava giocando una gara intera. Sono entrati tutti bene. Non ho inserito Bellomo, ma Liotti perchè Di Chiara era al limite.

Complimenti ai ragazzi perchè - aggiunge l'allenatore - oggi era una partita complicata contro una squadra in salute che non molla mai. Adesso bisogna mettere velocemente alle spalle questa sfida, perchè c'è da andarsi a giocare un'altra gara fondamentale. Abbiamo impattato molto bene, poi abbiamo cominciato a palleggiare essendo più lenti nella trasmissione di palla e non appartiene a noi. Nell'intervallo ho chiesto di riaccendere l'intensità mentale e l'aggressività. Siamo stati bravi perchè abbiamo creato i presupposti del raddoppio, non è scaturito da un'azione sporadica. Merito della squadra che ha saputo reagire in una partita che poteva diventare complicata.

Loro - spiega ancora il tecnico - erano scesi dal punto di vista della corsa, noi ci siamo alzati e siamo andati ad attaccare sull'esterno che sappiamo farlo bene. Più merito nostro che demerito della Reggiana. Non definisco questa una partita sporca. Si è giocato contro una squadra che ha dato battaglia a tutti. Calciavano in verticale ed è stata una sfida fisica. Il grande merito è quello di essere rientrati in campo con la voglia di vincere. Questa non è una squadra che può conservare e difendersi in area di rigore. Deve correre in avanti e quando i ragazzi lo fanno possiamo mettere in difficoltà qualsiasi avversario.

Le prossime partite? Abbiamo degli impegni importanti e - conclude Marco Baroni - ci vogliamo misurare con queste squadre. Adesso siamo pronti. Se l'avversario ci dimostra di essere più bravi per carità, ma noi vogliamo arrivare in fondo giocandoci tutte le sfide una alla volta con la testa e la personalità che questa squadra sa mettere in campo. Chi guarda la classifica nella mia squadra non gioca. C'è da giocare, non guardare."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina-Reggiana, Baroni nel post: "Merito della squadra che ha saputo reagire"

ReggioToday è in caricamento