Reggio Bic avanti in Coppa Italia: raggiunta ufficialmente la final four del torneo

La squadra di basket in carrozzina ha appreso, tramite nota della federazione, che parteciperà alla fase conclusiva della competizione nel prossimo fine settimana

Il capitano della Reggio Bic Ilaria D'Anna

Annata storica per la Reggio Bic, nonostante tutto. La pandemia da Covid-19 ha alzato prepotentemente il freno a mano di ogni settore e anche lo sport è stato evidentemente stravolto. La squadra di basket in carrozzina del nostro territorio, però, vive con gioia e soddisfazione il primo grande anno ai massimi livelli e oltre alla Serie A sarà protagonista anche nella fase decisiva della Coppa Italia.

La partecipazione alle final four del torneo non era scontata, ma sembrava ormai solo questione di tempo. Nelle ultime ore è arrivato anche l’ultimo tassello, ovvero l’ufficialità della Federazione italiana pallacanestro in carrozzina, la quale ha certificato l’ammissione della compagine reggina a seguito della rinuncia della Gsd Porto Torres.

Assodata la presenza della Reggio Bic, non resta che cerchiare in rosso venerdì e sabato prossimi quando a Grottaglie in provincia di Taranto si svolgeranno le final four, mettendo in palio l’ambito trofeo secondo solo alla Serie A. 

I compagni di viaggio, si fa per dire, del roster di coach Cugliandro saranno i campioni uscenti dello corso campionato del Santo Stefano Avis Porto Potenza Micena, l’Amicacci Giulianova e la Unipolsai Briantea84 Cantù, vincitrice dell’ultima Coppa Italia. Proprio quest’ultimi se la vedranno contro la Reggio Bic nella seconda semifinale in programma venerdì alle 18, mentre la partita inaugurale si giocherà alle 16.

Cugliandro Antonio-2La squadra di Reggio Calabria è pronta all’esordio nella competizione, portando avanti le prove generali per un’altra prima volta, ovvero in Serie A dal prossimo 9 gennaio 2021. Pronto a guidare i suoi in campo, coach Cugliandro (in foto da profilo facebook) ha così commentato la partecipazione alla Coppa Italia: “E’ un onore ed un privilegio, oltre che fatto prestigioso, per noi partecipare alla manifestazione in terra pugliese. Pur sapendo di non essere i favoriti, l’occasione è utilissima per confrontarci con formazioni da anni ai vertici del basket in carrozzina italiano testando così la nostra condizione e, con essa, il grado di preparazione fisica e tecnica a cui siamo giunti.

Il rinvio dell’inizio del campionato, la distanza geografica e, non da ultima, questa maledetta pandemia non ci hanno permesso di disputare amichevoli attendibili attraverso cui dare un valore alle condizioni della squadra.

È per questo – conclude l’allenatore - che abbiamo accettato con piacere l’invito della Federazione a partecipare alla Final Four. Purtroppo ci mancherà ancora l’iraniano Hosseini (proprio venerdì dovrebbe arrivare in città, ndr) ma siamo carichi e determinati ed andremo a Grottaglie con l’intenzione di ben figurare al cospetto di team così tanto importanti e titolati.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guido Longo verso la Calabria, primo obiettivo: riaprire gli ospedali chiusi

  • Qualità della vita, Reggio Calabria scala la classifica e conquista il 78esimo posto

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Reggio e la Calabria in zona arancione da domenica 29 novembre: ecco cosa cambia

  • Ospedali e Covid, l'allarme di Amodeo: "Asp reggina impermeabile a ogni proposta"

  • Maltempo, il vento soffia su Reggio: albero si abbatte nel parcheggio del Cedir

Torna su
ReggioToday è in caricamento