menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Cugliandro

Antonio Cugliandro

Reggio Bic, Cugliandro nel pre Porto Torres: "Quello che arriverà sarà tutto tanto di guadagnato"

Il coach della squadra reggina ha commentato la seconda giornata di Serie A alla viglia della sfida da disputare al PalaCalafiore alle 14. Spazio anche ad un elogio a capitan D'Anna 

Il campionato di Serie A è ormai iniziato. Il tanto atteso esordio contro la Briantea84 Cantù ha rappresentato una serata magica non certo per il risultato finale, nettamente a favore della squadra detentrice di cinque scudetti e sei coppe Italia nelle ultime otto stagioni, ma per la consapevolezza di trovarsi nel più prestigioso palcoscenico del basket in carrozzina nazionale. Il tempo per godersi il traguardo non c'è e comunque i veri sportivi guardano sempre avanti e mai indietro, dunque il prossimo passo si chiama Porto Torres.

La seconda partita del campionato, da giocare domani alle 14:00 sempre al PalaCalafiore di Reggio Calabria, è stata ampiamente discussa da coach Cugliandro nelle dichiarazioni rilasciate all'ufficio stampa del club alla vigilia: "Il Porto Torres - spiega l'allenatore - è una squadra molto forte e soprattutto sicuramente più esperta rispetto ai nostri ragazzi, possiede due atleti formidabili di livello internazionale come Sofyane Mehiaoui e Cristian Matias Gómez che formano insieme il classico asse play-pívot difficile da fermare. Noi continueremo in quello che è il nostro progetto, cercando di far crescere questo giovane gruppo di partita in partita senza fasciarci la testa, quello che arriverà, se arriverà, sarà tutto tanto di guadagnato."

Impossibile per coach Cugliandro non commentare la pagina di storia individuale scritta dal capitano Ilaria D'Anna nella partita inaugurale. I 17 punti messi a referto contro Cantù hanno permesso alla giocatrice di diventare la prima donna top scorer in un match di Serie A in Italia ma anche in generale se estendiamo il record ai principali campionati europei. Per Coach Cugliandro: "Ilaria non è ultima a nessuno per grinta e tenacia, ho visto in lei negli anni una crescita continua grazie alla sua determinazione e voglia di lavorare sul campo, cosa che tanti altri atleti dimostrano di volere solo a parole! Questo fa la differenza, lavoro e sacrificio portano sempre risultati, sono sempre stato convinto che tutto nasca dalla testa, quando vuoi ottenere una cosa nulla può fermarti e lei ne è l’esempio vivente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Esaltare I tratti del viso? La risposta è il contouring

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento