Ripresa Serie B, presidente Livorno: "Vado a giocare a Reggio Calabria"

Aldo Spinelli, calabrese di nascita e adesso alla guida del club toscano, ha affermato al Corriere dello Sport di dire a tutti "di andare a giocare al Sud dove non c'è contagio"

Lo stadio Oreste Granillo

La voglia di ripartire è alta ma le circostanze, al momento, non lo permettono. La Serie C attende i prossimi giorni per chiudere definitivamente il campionato, ma nelle due categorie superiori si formulano varie ipotesi per concludere sul campo la stagione.

Dopo aver registrato le parole di Salvini in merito al massimo torneo da giocare anche a Reggio Calabria, quest'oggi anche la cadetteria ha strizzato l'occhio al Granillo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare, è il presidente del Livorno nato a Palmi Aldo Spinelli a formulare un'interessante idea. Al Corriere dello Sport, il numero uno del club toscano ha così dichiarato in merito ad una possibile ripresa della Serie B: "Vado a giocare al Sud, a Reggio Calabria. Se il campionato deve riprendere dico a tutti i presidenti di andare a giocare al Sud dove non c'è contagio. Il Livorno è pronto a farlo prenotando un albergo a Reggio Calabria."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

  • "Cemetery boss", i nomi degli arrestati: c'è anche il dirigente dei servizi cimiteriali

  • Le mani della 'ndrangheta sul cimitero di Modena e sugli appalti edili in città

Torna su
ReggioToday è in caricamento