Reggina, Rossi: "Vorremmo concludere sul campo, le decisioni vanno prese con urgenza"

Per il difensore centrale amaranto, riguardo il consiglio federale di domani, "la speranza è che ci sia un punto finale, ma i dubbi sono ancora tanti". Intervista realizzata alla Tv del club

Marco Rossi contro la Ternana

Decisioni difficili da prendere, ma fondamentali per non intaccare pesantemente il futuro. La Reggina aspetta e spera per la buona riuscita del consiglio federale di domani. La promozione in Serie B dipende ormai da questioni ben lontane dal campo da gioco e i dubbi evidentemente restano.

Conoscere il futuro al più presto è la volontà di tutti i club, giocatori compresi come Marco Rossi, difensore della Reggina intervenuto così ai microfoni della Tv ufficiale sul tema: "Vorremmo concludere il campionato sul campo, poi è normale che non possiamo tirarla tanto per le lunghe. Iniziare a luglio-agosto credo che si parli proprio di un altro torneo, quindi le decisioni vanno prese con una certa urgenza. In caso di ripresa c'era bisogno almeno tre settimane per fare un richiamo di preparazione. Devono decidere al più presto possibile.

Consiglio di domani? Sono abbastanza in linea con le parole del direttore, non riusciranno a decidere ancora niente. La speranza è che ci sia un punto finale, ma i dubbi sono ancora tanti."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spazio, in aggiunta, anche alla scelta di vestirsi di amaranto: "Siamo venuti qua per andare in un'altra categoria. L'obiettivo è quasi raggiunto. Già dal ritiro estivo si è visto che si è creato subito un grandissimo gruppo. Ci siamo trovati subito bene insieme, poi l'alchimia si è rafforzata e i risultati si sono visti sul campo. Miglior partita della stagione? Magari l'andata con il Catanzaro e anche al ritorno. Avevo 38 di febbre ed è stata una soddisfazione vincerla. All'andata è stata la svolta della stagione."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

  • "Cemetery boss", i nomi degli arrestati: c'è anche il dirigente dei servizi cimiteriali

  • Le mani della 'ndrangheta sul cimitero di Modena e sugli appalti edili in città

Torna su
ReggioToday è in caricamento