La Reggina e il suo bomber, Corazza: "Non mi pongo limiti, piazza perfetta per giocare"

La punta amaranto, protagonista in campionato con 14 gol già messi a referto, ha analizzato i tre impegni che attendo la squadra da qui alla fine del 2019

L'attaccante classe '91 della Reggina Simone Corazza

Uomini chiave della Reggina campione d'inverno se ne possono trovare molteplici. Dal presidente Gallo al direttore sportivo Taibi per aver ben allestito la rosa in estate, passando per il condottiero mister Toscano e arrivando a De Rose e Bianchi perni del centrocampo, i nomi sono abbondati e di spessore. Trovarne uno che racchiuda tutto il movimento non è poi così difficile, basti pensare a Simone Corazza. Bomber incontrastato e leader della classifica cannonieri, l'attaccante amaranto è intervenuto ai canali ufficiali del club per commentare il suo ottimo rendimento e il cammino senza precedenti della squadra in campionato. 

Prima di ogni opinione sui vari temi caldi in casa Reggina, il giocatore ha tranquillizzato i tifosi in relazione ad un problema che l'aveva tenuto a riposo dagli allenamenti in gruppo nella giornata di ieri: "Sto bene, era solo un piccolo affaticamento."

La settimana della squadra

"Stiamo lavorando serenamente, ma siamo sempre concentrati perchè ogni domenica le squadre entrano in campo con la voglia di batterci e questo noi non dobbiamo permetterlo."

Rendimento individuale

"Importante farsi trovare nel posto giusto al posto giusto ma bisognare creare le occasioni quindi per questo bisogna ringraziare tutta la squadra. Per adesso non mi pongo limiti, voglio spingermi più in la possibile. Arrivo da due anni difficili, sono arrivato qui con una voglia di riscatto, ho trovato subito grande entusiasmo e la piazza è perfetta per giocare. Stiamo spingendo forte da luglio, ogni allenamento diamo il massimo e adesso stiamo raccogliendo i frutti. Quando c'è stata la chiamata della Reggina non ho saputo dire di no. Avendo ricevuto la chiamata del mister non ho dovuto nemmeno pensarci."

Sostegno dei tifosi

"Sin da quando siamo arrivati qui con la mia famiglia ci siamo trovati benissimo. Il calore della gente è qualcosa di eccezionale e vederli allo stadio la domenica ti fa venire i brividi, è sicuramente il dodicesimo uomo in campo. Qua sto bene, meglio di così non posso dire niente."

Il miglior gol realizzato

"Sono tutti belli, perchè ti creano un'emozione specialmente sotto la curva. Quello col Catanzaro al 90' ma anche quello col Catania c'è stata un'emozione particolare."

Reparto d'attacco con campioni all'interno

"Quando t'alleni tutti i giorni con giocatori così esperti apprendi cose nuove, ma la cosa che mi ha stupito è l'umiltà che mettono ogni giorno e questo gli fa molto valore."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Che senso ha rimanere, se a far rumore è solo il mare?": la lettera di una reggina alla sua città

  • Regionali, Callipo a Salvini: "Mi vergogno dei politici che stringono patti con la 'ndrangheta"

  • ‘Ndrangheta, colpita la cosca Tegano: quattro arresti e numerose perquisizioni

  • Incidente sull'A2 tra Palmi e Gioia Tauro: morto un 19enne, feriti due carabinieri

  • Notte di fuoco sul Viale della libertà: 5 auto avvolte dalle fiamme

  • Portatori in lutto, addio Giovanni: "Uomo buono, ha onorato la Madonna a piedi nudi"

Torna su
ReggioToday è in caricamento