menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Baroni

Marco Baroni

Spal-Reggina, Baroni in conferenza: “In Serie B non ci sono partite ingiocabili"

Vigilia di campionato per gli amaranto, attesi domani pomeriggio al Mazza di Ferrara per affrontare gli ottavi in classifica. L’allenatore fiorentino ha presentato la sfida alla stampa

Un passo alla volta e si è sempre più sorridenti. Il clima cupo di inizio stagione si è adesso trasformato in un primo sole primaverile per la Reggina, uno di quelli che comincia a scaldarti. Tirati fuori dalla zona retrocessione, gli amaranto hanno ancora molte sfide da dover affrontare in Serie B ma possono farlo a testa alta a cominciare dalla Spal.

Domani alle 14 si scenderà in campo allo stadio Paolo Mazza di Ferrara, per una partita che misurerà le ambizioni della Reggina. Dopo una settimana di lavoro intenso, Marco Baroni ha presentato il match in conferenza stampa da remoto, prima di partire alla volta dell’Emilia Romagna.

Condizione mentale

“Sul campo sorrido poco perchè l'attenzione è massima. Sono questi i momenti in cui bisogna isolarsi da chi fa i complimenti, bisogna lavorare a testa bassa e darsi gli schiaffi quando ci si sveglia. In questa categoria è facile inanellare risultati positivi come altri negativi. In questo momento dobbiamo solo pensare alla prestazione. Dobbiamo avere voglia ed essere determinati. La partita è sempre la verifica del lavoro. A volte non si raccoglie niente, ma non non possiamo mai sbagliare la prestazione."

Capitolo infortunati

"Situm è completamente recuperato, ma è stata una scelta tecnica di non convocarlo. Voglio che incrementi il lavoro per essere pronto in queste tre partite che ci aspettano. Era rientrato in squadra giovedì e ho ritenuto di dargli qualche giorno per fare qualcosa di specifico dal punto di vista atletico. Faty ancora non sta benissimo e oggi abbiamo avuto un piccolo problema con Di Chiara e adesso l'ho mandato a casa e valutiamo se portarlo o no. Kingsley ha avuto un risentimento muscolare in settimana e l'abbiamo fermato. Ci sono sempre Gasparetto che è una scelta tecnica e Rossi che non sta ancora bene. Montalto è della partita."

Valutazioni su Menez

“Jeremy è un giocatore per noi importante. Leggo le partite e cerco di sbagliare il meno possibile. A volte ci sono delle sfide che hanno una struttura di un inizio di un secondo tempo e cerco di mettere nelle condizioni i giocatori. Sto continuando a predicare, e lo dicono i dati, che negli ultimi 30/15 minuti cambiano i risultati. Chi non parte subito non deve sentirsi bocciato, anzi dobbiamo essere tutti importanti e chi subentra è determinante. Non rimaniamo ancorati nelle cose vecchie di un calcio passato con titolari e riserve. Abbiamo bisogno di tutte le energie e principalmente di giocatori pronti."

La Spal

“Questa gara bisogna prenderla con grande determinazione e concentrazione. In Serie B non ci sono partite ingiocabili, ma l'avversario ha punti deboli. Bisogna ridurre al minimo le insidie contro una squadra di qualità. Ha fatto qualcosa di straordinario, viene da due promozioni e una salvezza in A. Dopo la retrocessione ha mantenuto molti dei valori tecnici assoluti. Dobbiamo pensare a quello che prepariamo durante la settimana. Dobbiamo affrontarla dando poco tempo a loro di pensare, con pochi spazi. Vogliamo misurarci contro una squadra che può centrare i primi due posti.

Loro hanno dei valori sopra la norma di questa categoria. Insieme a Lecce e Monza, la Spal ha valori tecnici importanti. Se gli concedi è la loro partita e non dobbiamo farlo."

Il Pordenone

“Calciatori più strutturati in campo? Nei numeri contro il Pordenone loro hanno tirato poche volte in porta ed è stata una partita molto frammentata. Non ti fanno giocare bene e ti danno poco spazio, è una squadra tosta che sta facendo bene da tanti anni. Delprato ha fatto una partita importante e anche Rivas ha dato quello che ci serviva. Spesso può sfiancare e mettere apprensione alla squadra avversaria, li può allungare perchè ha questa capacità di corsa pericolosa in questa categoria. Loro hanno fatto una delle migliori partite al Granillo."

Percorso di crescita

“Ogni settimana rinnovo la sfida con me stesso e con i miei giocatori. Ci sono ampi margini di miglioramento da fare con partite ravvicinate purtroppo. Il lavoro va speso bene. Non abbiamo alle spalle amichevoli e ritiro, quindi i giocatori che sono arrivati si devono inserire piano piano. La crescita non deve mai fermarsi, figuriamoci in questo momento dove magari abbiamo avuto qualche riscontro dai risultati. Ora è il momento di incrementare ancora di più."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento