Sabato, 24 Luglio 2021
Sport

Dominante e travolgente: la Reggina cala un clamoroso poker e stende 4-1 la Spal

Estensi in 10 dopo 8’ per l’espulsione di Mora, gli amaranto ringraziano e conquistano 3 punti. Decisivi Montalto, Folorunsho e la doppietta di Rivas. Gol della bandiera per Esposito

Esultanza Reggina

Probabilmente non era un esame di maturità, ma oggi la Reggina ha superato a pieni voti e largamente una verifica non indifferente. Stravincere sul campo di una delle migliori rose del campionato di Serie B e farlo con un gioco collaudato e virtuoso, oltre che con mentalità e attitudine giusta, è il segnale più evidente di come gli amaranto siano definitivamente sbocciati.

Le parole di Baroni e Cionek nel post

La fortuna, si sa, aiuta gli audaci e dopo 8’ la Spal si trova già in 10 per un’ingenuità di Mora. La buona sorte, però, la devi trasformare tu in risultato e la Reggina ha subito attaccato a testa bassa e con l'acceleratore schiacciato al massimo. Sovrapposizione dei terzini, spinta delle ali e centrocampisti nel vivo della manovra. Tutto ciò si trasforma in un’area di rigore avversaria stracolma di maglie amaranto e nel giro di 4’  si è già sullo 0-2. Gestione, concretezza, il secondo gol di uno straripante Rivas e la rete di Folorunsho sempre pronto a timbrare il cartellino hanno fatto il resto, per una vittoria conquistata nel segno della filosofia di Marco Baroni espressa sotto tutti i punti di vista. Solo per le statistiche il gol dei padroni di casa firmato Esposito.

La Reggina non era squadra da zona retrocessione e lo si sapeva già, ma serviva dimostrarlo sul campo. Prestazioni, vittorie e striscia positiva hanno permesso agli amaranto di legittimare tutto il loro potenziale e adesso, dopo 7 risultati utili consecutivi di cui 4 successi, è facile affermare che non bisogna porsi limiti di nessun tipo.

Scelte di formazione

La Reggina si presenta allo stadio Paolo Mazza di Ferrara con un 11 titolare ricco di conferme rispetto alla vittoria per 1-0 contro il Pordenone. A cambiare sono solo tre posizioni: terzino sinistro troviamo Liotti a sostituire l’infortunato Di Chiara, Rivas va alto a destra al posto di Micovschi e si rivede Montalto in attacco. Seconda panchina consecutiva, invece, per Menez.

I padroni di casa della Spal, allenati da Pasquale Marino, sono reduci da due pareggi consecutivi contro Empoli prima e Vicenza poi. Da segnalare le assenze, poche ma pesanti: l’ex Reggina Missiroli, l’altro calabrese Floccari e Ranieri. A differenza dell’ultima partita, bisogna rilevale tre cambiamenti. In particolare, troviamo Okoli e Sala al posto di Vicari e Ranieri in difesa e Mora per Segre a centrocampo.

Difensore amaranto grande ex

Lista abbastanza breve quest’oggi con un solo giocatore degli schieramenti odierni ad avere un passato nella squadra avversaria. Si tratta, ovviamente, di Thiago Cionek. Il centrale brasiliano, naturalizzato polacco, ha collezionato 78 presenze e 2 gol in 3 stagioni di Serie A con la Spal dal 2017 al 2020.

Ci sarebbe, poi, Simone Missiroli. Adesso in forza alla Spal, il centrocampista nato e cresciuto nella Reggina non è tra i convocati causa infortunio, dunque nessuno scontro del cuore in vista per lui.

Primo tempo da incorniciare

La partita si rivela subito frizzante, non tanto per un'azione da gol quanto per una decisione arbitrale. Al minuto 8 il signor Prontera alza all'indirizzo di Mora un cartellino rosso. Il centrocampista della Spal aveva ricevuto una prima ammonizione in precedenza, per poi simulare un fallo in area di rigore avversaria. Morale della favola: somma di gialli e gara terminata anzitempo.

L'uomo in più permette alla Reggina di incrementare la propria propensione offensiva, riuscendo così a trovare il vantaggio al 15'. La sblocca Rivas, giocatore su cui Baroni ha dimostrato di voler puntare. Liotti esegue un buon cross dalla sinistra, raccolto in mezzo dall'honduregno pronto a insaccare in rete.

Uno due micidiale degli amaranto che al 19' mettono già due gol di distanza dagli avversari. Azione avvolgente con la Spal schiacciata nella propria area di rigore. L'assist è di Folorunsho pronto a mettere il pallone in area di testa e Montalto trova la porta da posizione ravvicinata.

Delprato sfiora la marcatura al 27' con un tiro che si spegne di poco al lato. La prima vera azione pericolosa della Spal viene registrata al 39' quando Esposito su calcio di punizione sfiora la traversa.

Secondo tempo impetuoso

La ripresa non poteva cominciare meglio per la Reggina, che cala il tris con la doppietta di un sontuoso Rivas. Al 49' è Montalto ad imbucare verso l'honduregno intento, al momento del tiro, a battere Berisha. La partita, però, non è affatto chiusa, perchè nel calcio fino a quando l'arbitro non fischia tre volte tutto risulta ancora possibile. Lo sa bene la Spal, intenta ad accorciare le distanze al 53'. Su punizione di Esposito una mischia in area con tocco fortuito di Folorunsho spiazza Nicolas e pallone terminato in rete.

Dilaga clamorosamente la Reggina, mettendo in cassaforte la partita quando siamo giunti al 67' con il quarto gol firmato da Michael Folorunsho. Azione avvolgente degli amaranto e non è la prima di giornata. Menez ed Edera girano egregiamente la sfera poi Crimi si fa respingere un tiro da Berisha. Sulla ribattuta si fionda il giovane trequartista, rapido ad appoggiare in rete.

Tabellino

SPAL (4-3-1-2): Berisha; Dickmann, Tomovic, Okoli, Sala (46' Sernicola); Strefezza (70 Murgia), Esposito, Mora; Valoti (50' Segre); Paloschi (70' Tumminello), Asencio (50' Di Francesco). A disposizione: Thiam, Gomis, Vicari, Spaltro. Allenatore: Marino.

Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Delprato, Loiacono, Cionek, Liotti; Crimi (70' Bianchi), Crisetig; Rivas (58' Menez), Folorunsho (82' Orji), Edera (70' Bellomo); Montalto (82' Denis). A disposizione: Guarna, Plizzari, Dalle Mura, Lakicevic, Stavropoulos, Chierico, Micovschi. Allenatore: Baroni.

Arbitro: Alessandro Prontera della sezione di Bologna (Saccenti di Modena e Annaloro di Collegno). IV uomo: Giovanni Ayroldi di Molfetta.

Marcatori: 15' e 49' Rivas (R), 19' Montalto (R), 53' Esposito (S), 67' Folorunsho (R).

Note – Partita disputata a porte chiuse come da disposizione del Governo in materia di Covid-19. Ammoniti: Mora (S), Montalto (R), Crimi (R), Rivas (R), Sernicola (S), Crisetig (R). Espulsioni: 8' Mora (S) per simulazione e somma di ammonizioni. Calci d'angolo: 4-6. Recupero: 1' pt, 3' st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dominante e travolgente: la Reggina cala un clamoroso poker e stende 4-1 la Spal

ReggioToday è in caricamento