Sport

Un campionato virtuale per alimentare la passione della vela: al via il torneo di e-sailing

La Federazione italiana vela, con trenta tesserati, organizza la rassegna interzonale. Per il presidente della VI zona Colella si è deciso di "non stare con le mani in mano, in barca siamo abituati a darci da fare"

Il presidente Valentina Colella

Lo sport sul campo è evidentemente fermo e il momento in cui si potrà finalmente ritornare all'attività fisica non è pronosticabile con certezza. In attesa che venga vinta la partita più importante e il covid-19 diventi sono un pessimo ricordo, la Federazione italiana vela ha deciso di continuare ad alimentare le emozioni della speciale disciplina sportiva, organizzando il primo campionato interzonale di e-sailing.

Tutti i tesserati italiani, rimanendo rigorosamente a casa, potranno dunque partecipare alle gare virtuali e tenersi in forma anche mentalmente per quanto possibile. Già in altri sport, vedi Formula 1 e MotoGp, gli atleti stanno trascorrendo il notevole tempo libero affidandosi proprio alle nuove e sempre ben accette tecnologie. In relazione alla vela, è possibile partecipare al campionato attraverso la piattaforma di Virtual ragatta inshore.

Le modalità della competizione

L'interessante torneo abbraccerà virtualmente solo trenta tesserati della Federvela, divisi in modo proporzionale per ogni zona d'Italia in base al numero di iscritti del 2019.

Le prime regate di qualificazione si svolgeranno il 13 e il 18 aprile, con semifinali programmate per il 25 del medesimo mese. Il giorno seguente ci sarà spazio al gran finale e a seguire il medal race. Proprio l'ultimo atto potrà essere seguito dagli appassionati in diretta Facebook e Youtube. I migliori dieci e-velisti emersi dalle classifiche zonali e dalle semifinali verranno raggiunti dai nove campioni per la regata conclusiva.

Le dichiarazioni

La splendida iniziativa è stata commentata dal presidente del Comitato VI zona (Calabria e Basilicata) della Federvela Valentina Colella, apparsa evidentemente soddisfatta "del comportamento dei velisti quelli veri. Non avevo dubbi, ero certa che avrebbero rispettato le consegne del Governo, perchè sono abituati al rispetto delle regole, a guardare l'orizzonte con fiducia aspettando che le condizioni consentano di navigare in sicurezza."

Una figura, quella del velista, che conosce bene il "fair play, sa che dalla bonaccia se ne uscirà e le tempeste sono da tenere sotto controllo senza mai sfidare il mare in burrasca. Ci possono volere ore o giorni perchè la burrasca passi. Il comitato VI zona che presiedo, sta sostenendo e promuovendo webinar per la formazione e l'aggiornamento di istruttori e ufficiali di regata ed e-sailing. Non si sta con le mani in mano, in barca siamo abituati a darci da fare.

L’iniziativa di questo Trofeo della Fiv - conclude Colella -  vede partecipare trenta velisti che si scontreranno su un app e partecipando a diverse selezioni, poi ne andranno tre alle semifinali e da qui si selezioneranno in finale per battersi con cinque atleti del team di Luna Rossa, allergene of record della 36esima America's Cup e quattro atleti azzurri del team olimpico federale."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un campionato virtuale per alimentare la passione della vela: al via il torneo di e-sailing

ReggioToday è in caricamento