Domenica, 25 Luglio 2021
Sport

Salvezza rimandata per la Viola: gara 3 playout va ad Avellino

Vinte le prime due partite in terra reggina, i neroarancio si sodo dovuti arrendere nella terza sfida in Campania. Al PalaDelMauro passano i padroni di casa 87-82

Avellino-Viola (foto da pagina Facebook ufficiale Pallacanestro Viola)

Prima opportunità non sfruttata per la Viola. Si potrebbe riassumere così gara 3 dei playout di Serie B, una partita che ha visto vincere Avellino dopo le due sfide precedenti che avevano permesso  ai reggini di passare in doppio vantaggio. Bisognerà attendere, quindi, per conoscere il destino della squadra di coach Bolignano in vista della prossima stagione.

La storia inizia nel migliore dei modi per la Viola, in grado di presentarsi sul parquet avellinese da favorita visto un primo quarto di grande personalità. Avanti di 7 punti (15-22) alla fine del periodo, riuscendo anche ad impattare ottimamente le offensive avversarie, sono sfaccettature che fanno ben sperare per il resto della gara. Già al secondo quarto, però, Avellino fa capire che la salvezza i reggini dovranno sudarsela. Arrivati sul 30 pari, i padroni di casa prendono con forza le redini della partita in mano e la conducono senza mollare la presa. Barrile e compagni, dal canto loro, hanno il merito di non soffrire eccessivamente mantenendosi a contatto. Si va così all’intervallo lungo sul 44-41 e giochi estremamente aperti.

Rientrati in campo, la concretezza di Avellino è nettamente superiore stavolta alla Viola. Una circostanza che permette ai padroni di casa di aumentare sensibilmente il divario in termini di punti fino ad arrivare al +7 di fine tempo. Un 66-59 che per i campani fa scattare la missione controllo, completata con successo nell'ultimo quarto in cui i neroarancio non riescono a ribaltare il risultato. Si va così all'87-82 finale e alla prima vittoria campana della serie.

Resta, nonostante l'epilogo di giornata non favorevole, la soddisfazione per la Viola di poter contare sul miglior realizzatore della serata. Si tratta di Salvatore Genovese che, grazie ai suoi 22 punti, supera anche i 21 del miglior avversario Alessandro Marra.

La Viola continua a non sfatare il tabù delle sconfitte fuori casa, ma adesso pensare al passato per quanto recente conta poco. Serve concentrarsi interamente su gara 4, altro match point che i neroarancio possono sfruttare. Si torna in campo già domenica, sempre al PalaDelMauro, quando alle 18 si metterà nuovamente il destino in gioco.

Il tabellino

Scandone Avellino - Pallacanestro Viola Reggio Calabria 87-82 (15-22, 29-19, 22-18, 21-23)
Scandone Avellino: Alessandro Marra 21 (4/10, 4/8), Dimitri Sousa 21 (5/8, 3/9), Gianpaolo Riccio 15 (2/6, 2/8), Thomas Monina 14 (6/8, 0/1), Danilo Mazzarese 6 (1/1, 1/1), Uchenna Ani 5 (1/1, 0/2), Valerio Costa 4 (2/4, 0/2), Nikola Mraovic 1 (0/0, 0/0), Fabrizio Trapani 0 (0/1, 0/0), Carmine Scianguetta 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 25 - Rimbalzi: 39 11 + 28 (Thomas Monina 12) - Assist: 21 (Valerio Costa 5)

Pallacanestro Viola Reggio Calabria: Salvatore Genovese 22 (5/14, 3/5), Fortunato Barrile 17 (4/4, 3/6), Giulio Mascherpa 16 (4/8, 0/8), Enrico maria Gobbato 12 (1/6, 3/6), Yande Fall 7 (3/7, 0/0), Edoardo Roveda 3 (1/2, 0/1), Marco Prunotto 3 (0/0, 0/0), Luka Sebrek 2 (1/2, 0/1), Paolo Frascati 0 (0/0, 0/0), Federico Romeo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 28 - Rimbalzi: 36 10 + 26 (Yande Fall 13) - Assist: 11 (Fortunato Barrile 5)

Fonte tabellino: sito ufficiale Lega Pallacanestro

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvezza rimandata per la Viola: gara 3 playout va ad Avellino

ReggioToday è in caricamento