rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Viola, presente e futuro hanno un solo nome: coach Bolignano

L'allenatore reggino ha rinnovato il contratto che lo lega ai neroarancio. La stagione 2021-'22 lo vedrà alla guida della squadra per la seconda annata consecutiva, dopo la salvezza in Serie B dello scorso anno

Devi conoscerle certe piazze, respirare l'aria di storia mista a costante ambizione. Altrimenti ti trovi male e non rendi al massimo. La Viola - squadra di enorme tradizione e con dei tifosi che sognano di ritornare quanto prima alle alte vette dei tempi che furono - deve puntare su uomini che ne sanno molto sull'ambiente reggino. Detto fatto, perchè la società ha le idee chiare e va dritto per la strada tracciata e asfaltata un anno fa di questi tempi. Un'autostrada, più che altro, che porta sempre allo svincolo per casa di coach Bolignano.

L'allenatore reggino ha convinto tutti nella sua prima stagione alla guida della Viola. Nell'anno del ritorno in Serie B, bisognava difendere con le unghie e con i denti una permanenza di categoria che tanto sembrava come il cemento per posare le fondamenta. Lavorare in un cantiere di tale portata non è stato facile, farlo con gli uomini contanti l'ha reso un'impresa. E non parliamo dei giocatori a disposizione, ma del caloroso pubblico del PalaCalafiore, assente causa pandemia. Non scontata, quindi, la salvezza. Eppure è arrivata anche e soprattutto grazie ad una gestione maniacale e sapiente da parte di quel Domenico Bolignano, che siederà sulla panchina neroarancio anche nella prossima stagione. 

La conferma del coach è arrivata nelle scorse ore via società. Club stesso che ha commentato la scelta, tramite le poche ma sempre lucide parole del presidente Carmelo Laganà: "Ha condotto la squadra in un anno difficile, sapendo gestire i momenti più duri e centrando pienamente gli obiettivi”.

L'uomo su cui sono puntati i riflettori, però, è solo uno. Eccole le parole di coach Bolignano: "Sono felice e onorato di continuare a lavorare al progetto Pallacanestro Viola. Pertanto ringrazio la società nella persona del presidente Laganà, i soci ed il supporters trust che hanno apprezzato il mio lavoro ed hanno voluto rinnovare la fiducia per il prossimo campionato. Credo che il passato sia importante ma oggi quello che conta è il presente e quello che vogliamo costruire insieme. Le parole e le promesse oggi non contano, conta quello che riusciremo a costruire tutti insieme giorno dopo giorno.

Oggi, l’augurio - termina Bolignano - è di poter riabbracciare il pubblico numeroso sugli spalti del PalaPentimele per creare quell’unione emotiva indispensabile per ottenere una marcia in più durante le gare casalinghe. Forza Viola."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viola, presente e futuro hanno un solo nome: coach Bolignano

ReggioToday è in caricamento