rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO| Europee, Sgarbi da Reggio lancia un gemellaggio con Parigi: "A noi la Gioconda, a loro i Bronzi Riace"

Il candidato di Fratelli d’Italia nella Circoscrizione Italia Meridionale è sbarcato nella città dello Stretto a bordo della "capramobile". Ecco la sua proposta

Tour elettorale in Calabria anche per Vittorio Sgarbi. Oggi il candidato nella lista di Fratelli d’Italia nella Circoscrizione Italia Meridionale è arrivato a Reggio a bordo della sua "capramobile" e nel corso della conferenza stampa con giornalisti e simpatizzanti ha lanciato la proposta di un gemellaggio per 4 mesi con Parigi: "A noi la Gioconda, a loro i Bronzi di Riace. E’ inaudito che uno Stato che ha la responsabilità di un patrimonio straordinario che a Reggio ha la cosa più importante che ci sia al mondo, che sono i Bronzi di Riace, non riesca a mandarli a Parigi o a New York". 

Il candidato alle Europee dell'8 e 9 giugno ha postato anche sulla propria pagina Facebook la sua proposta sulle statue venute dal mare: "I Bronzi di Riace possono andare sulla luna, e invece hanno inventato limitazioni che impediscano di spostarli dopo che sono stati sott’acqua per 2.500 anni resistendo alle intemperie".

"Sono solo menzogne e bugie - dichiara ancora Sgarbi - dalla stessa soprintendente che consentì di vestire uno dei due Bronzi come un transgender. Io propongo che vadano al Louvre in cambio della Gioconda. L’unica cosa importante nel mondo quanto la Gioconda, sono i Bronzi di Riace: facciamo un gemellaggio e portiamo la Gioconda a Reggio Calabria e a Parigi i Bronzi di Riace. 

Sarebbe onore per Reggio, nessun danno per nessuno. E’ ridicolo pensare che qualcuno li porti via, che non tornino più, è ovvio che starebbero fuori solo per 4 mesi facendo una pubblicità assoluta a Reggio Calabria, e poi tornano e stanno qui e tutti vengono qui a vederli.

Al Louvre sono già andati tutti i lavori di Capodimonte, e hanno fatto grande l’Italia: da quel momento le presenze a Capodimonte sono aumentate tantissimo. Il meridione risorge con la cultura, non con una falsa economia come l’Ilva di Taranto: valorizziamo la bellezza, con la cultura si mangia eccome e lo dimostra il turismo. Noi abbiamo Pompei, Sibari, i Bronzi di Riace, sono bellezze assolute. Il Louvre è il museo più visitato al mondo, mandare lì i Bronzi significa portarli nel posto più importante del mondo".

Video popolari

ReggioToday è in caricamento