rotate-mobile

VIDEO| I tentacoli della 'ndrangheta su Reggio Calabria: estorsioni, "banco nuovo" e spunta anche il bergamotto

Operazione "Arangea" dei carabinieri e della Dda reggina: colpita la cosca Latella-Ficara

Dodici persone, 11 in carcere e una ai domiciliari, sono state arrestate dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabia, agli ordini del generale Cesario Totaro, nell'ambito dell'operazione "Arangea". I reati contestati agli indagati sono associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, intestazione fittizia di beni e traffico di armi.

I provvedimenti sono stati emessi dal gip distrettuale su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, diretta da Giovanni Bombardieri, che ha coordinato l'attività investigativa.

Le indagini hanno inoltre messo in luce i progetti imprenditoriali dell’associazione nel settore agrumario, in particolar modo in quello dei bergamotti dove erano attive due società, intestate a prestanomi ma riconducibili ad un associato, che espandevano i loro interessi commerciali utilizzando in taluni casi quei metodi che sono peculiari delle articolazioni di 'ndrangheta.

Il gip ha disposto inoltre il sequestro preventivo di tre società, tutte con sede a Reggio Calabria: Eurocart di Morabito Giuseppe, NG Citrus e la "Bergamotto" di Serena Fortugno.

Video popolari

ReggioToday è in caricamento