rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024

VIDEO| Cardioteam, una vela per il cuore approda a Reggio: 6 giorni di ecocardiogrammi gratuiti

La barca a vela attrezzata Dulcinea sta portando lungo le coste del nostro paese la prevenzione dell'ictus e dell'infarto. Tutte le info

È in arrivo in Calabria la campagna di screening del cuore promossa da Cardioteam Foundation Onlus, in collaborazione con la Lega Navale Italiana. Dal 13 al 18 maggio Dulcinea, la barca a vela attrezzata di sonographer ed ecocardiogramma wireless che sta circumnavigando l'Italia, sbarcherà al porto di Reggio Calabria.

Da quando è cominciato il suo viaggio, a settembre 2023 nel porto di Imperia, Dulcinea sta portando lungo le coste del nostro paese la prevenzione dell'ictus e dell'infarto (tutt'oggi una delle principali cause di mortalità e invalidità in Italia), e in 12 mesi toccherà 30 porti italiani effettuando oltre 3000 ecocardiogrammi gratuiti a soggetti da 50 a 75 anni.

Salire a bordo è facilissimo

  • Per chi ha tra i 50 e i 75 anni e vuole sottoporsi all’ecocardiogramma gratuito è necessario prenotarsi sul sito https://cardioteamfoundation.org/ e www.unavelaperilcuore.it. L’agenda delle prenotazioni è disponibile nei giorni precedenti l’approdo in ogni porto.
  • Tutti possono contribuire donando uno o più miglia nautiche sul sito della Rete del Dono, nella pagina dedicata al progetto. Un modo per essere vicini a Cardioteam – Una vela per il cuore e soffiare sulle vele della solidarietà.

Tutte le persone dai 50 ai 75 anni che saranno sottoposte a ecocardiogramma riceveranno l’esito del test e una brochure sullo stile di vita da adottare per prevenire infarto e ictus. Nella tenda di Cardioteam Foundation Onlus, allestita per circa una settimana in ogni porto di approdo, si farà formazione su alimentazione, attività fisica, controllo della pressione arteriosa, del diabete e del colesterolo nel sangue.

"La prevenzione - afferma il dottor Marco Diena - salva più delle cure! Credo fortemente nell’importanza della prevenzione. Le malattie cardiovascolari hanno il triste primato di essere la prima causa di morte per infarto e di invalidità per ictus, superando tutti i tumori messi assieme.

Ma le malattie cardiache non sono una fatalità, possono essere individuate e curate. Nessuna fascia di popolazione è totalmente esente dal rischio, neppure quella giovanile. È importante però che tutti sappiano che ai fattori di rischio non modificabili, riconducibili all’età, al sesso e alla familiarità, si aggiungono quelli cosiddetti modificabili, che dipendono esclusivamente dallo stile di vita.

Nel tour Cardioteam - Una Vela per il Cuore portiamo la cultura della prevenzione in mezzo alla gente, distribuiamo a tutti materiale informativo, così che ogni tappa ci consenta di raggiungere migliaia di persone, i loro amici, i loro familiari… Più gente riusciamo ad informare, più gente riusciremo a salvare!" Il viaggio è dedicato a due grandi uomini e marinai: l’avv. Gianfranco Putaturo e l’ing. Sandro Buzzi.
 

Video popolari

VIDEO| Cardioteam, una vela per il cuore approda a Reggio: 6 giorni di ecocardiogrammi gratuiti

ReggioToday è in caricamento