Lunedì, 15 Luglio 2024

VIDEO| Dietro le quinte dei Nastri d'Argento con il parrucchiere reggino Salvatore Clemensi

Dalle curiosità sugli attori ai premi consegnati. Quattro chiacchiere con il direttore artistico per Wella Professionals

Un vortice di emozioni per il parrucchiere reggino Salvatore Clemensi che, nei giorni scorsi, è stato tra i protagonisti indiscussi dei Nastri d'Argento nel doppio appuntamento di Napoli e Roma, in qualità di direttore artistico per Wella Professionals per il quinto anno consecutivo.  

Ma quale clima si è respirato dietro le quinte di una delle kermesse cinematografiche di punta del momento? Non trattiene la commozione l'eccellenza reggina che nella tappa del 17 giugno per la sezione grandi serie ha consegnato sul palco il Premio per l’Immagine Wella Professionals a Fotinì Peluso, che ha ricevuto anche il Premio Biraghi-Serie conferito insieme a Federico Cesari come rivelazione di "Tutto chiede salvezza". Per la serata di ieri, 20 giugno, l'hair stylist ha premiato per Wella Professionals, Pilar Fogliati che nella manifestazione ha ottenuto il riconoscimento per la commedia "Romantiche".

Ma non finisce qui, sono tante le star che Clemensi ha pettinato in queste giornate frenetiche di lavoro no-stop: "Ho pettinato Lucrezia Guidone di Mare Fuori e tutte le attrici della fiction che mi hanno raccontato di come stanno vivendo il successo in città, perchè la maggior parte di loro vive a Napoli. Mi dicevano che gli è totalmente cambiata la vita. Non potevano mai pensare di avere tutto il successo avuto. Poi sognavo di incontrare Luisa Ranieri e finalmente ho avuto il piacere di conoscerla".

Un lavoro impegnativo quello per i Nastri d'Argento in cui ormai c'è aria di casa: "Essendo il quinto anno che faccio questo lavoro - prosegue Clemensi - ormai con gli addetti ai lavori ci conosciamo tutti, quindi si è creato  un rapporto di stima e di amicizia tra di noi e  questo è molto bello. Un'altra cosa molto bella che è successa a Napoli è che dopo la premiazione siamo andati a  cena tutti  insieme: addetti ai lavori, attrici, attori e sceneggiatori,  dunque questo è anche un modo per condividere la cena di gala".

E durante la giornata di chiusura dei Nastri non sono mancate le novità: "Bellissima serata a Roma il lavoro è sempre uguale ma con la differenza che la maggior parte degli attori ha casa nella capitale e quindi  vai a lavorare in casa del personaggio e non in hotel e poi dietro il palco curi i ritocchi finali.

La cosa particolare è che dopo cinque anni vieni riconosciuto come direttore artistico e ormai  ci conosciamo quasi tutti perchè ci siamo visti e rivisti". Ma come ci si prepara nelle ore precedenti alla serata di gala delle premiazioni? "Dopo il servizio a casa  tocca al red carpet e all'aperitivo con gli attori. Tra le emozioni più indimenticabili c'è quella di essere chiamato sul palco davanti a una platea di attori e attrici, un 'emozione che si rinnova sempre e che mi lascia ancora incredulo. L'emozione non manca ma conoscendo tutti si lavora più serenamente".

Video popolari

ReggioToday è in caricamento