rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021

Coppa del mondo pasticceria, re del gelato il reggino Restuccia: "Il lavoro di squadra è tutto"

Sul podio anche il pasticciere originario di Cinquefrondi. In gara una torta gelato con meringhe al pistacchio: "Il ricordo della Calabria nella torta Cupido al bergamotto di Reggio Calabria"

Una torta gelato gusto frutta, con una forma che ricorda una corona, impreziosita da una decorazione al cioccolato e da una meringa gusto pistacchio. Parla calabrese la Coppa del mondo di pasticceria grazie al lavoro sapiente del giovane pasticciere di origini reggine Andrea Restuccia, che insieme a Lorenzo Puca, designer dello zucchero, e a Massimo Pica, cioccolatiere, ha conquistato la 16° edizione dei Mondiali di Pasticceria.

"Il lavoro di squadra è tutto, nei momenti in cui si festeggia e in quelli in cui si è in difficoltà, l'unione fa la differenza". Con queste parole il 28enne originario di Cinquefrondi, poi trasferitosi da piccolo con la famiglia a Roma, commenta la vittoria della kermesse del gusto tenutasi a Lione lo scorso settembre. 

Tre le degustazioni che hanno fatto la differenza in gara per il "re del ghiaccio", così chiamato per la sua capacità di creare delle vere opere d'arte decorative: "Torta al cioccolato senza stampi, torta gelato e dessert al piatto. E' stata una vera catena di montaggio lavorare insieme a i miei colleghi e quest'anno considerando che la gara è stata posticipata in un periodo diverso non è stato possibile realizzare le decorazioni in ghiaccio. Fondamentale per la torta, il taglio impeccabile e sopratutto la temperatura giusta perchè il gelato rischia di sciogliersi, tutto è stato studiato ad hoc per una riuscita perfetta".

Ma cosa c'è della tradizione reggina nelle dolci creazioni del giovane campione del mondo? "Mi sono trasferito fuori da piccolo ma con la mia famiglia venivamo giù per le vacanze, quindi ci sono profumi e gusti che mi legano alla mia terra di origine. Per questo motivo ho creato per la Coppa del mondo 2018, la torta Cupido, con il bergamotto di Reggio Calabria e l'ananas e decorazioni a forma di cuore.

Un abbinamento che si sposa bene: il bergamotto conferisce alla torta carattere e sprint. Credo sia importante valorizzare i prodotti del nostro territorio", precisa il pasticciere che oggi vive a Fano e che nel 2018 aveva già conquistato la medaglia di bronzo nella finale della Coppa del Mondo.

Una vittoria quella di oggi  frutto di un intenso lavoro fatto di sacrifici, studio e passione: "Quest'anno è stato diverso partecipare, la volta scorsa ero convito di avere le qualità per affrontare la sfida - continua Restuccia - ma oggi penso che il titolo arrivi quando anche la persona è pronta. Dipende da come affronti l'allenamento.  A casa oltre alla soddisfazione per questo traguardo ho portato una nuova consapevolezza: bisogna imparare ad ottimizzare il tempo, le energie e le risorse per ottenere i risultati. Il giorno della gara ci siamo divertiti molto, è stata una bellissima esperienza. Ringrazio tutti i nostri sostenitori, fondamentale inoltre il calore della mia famiglia".

Video popolari

Coppa del mondo pasticceria, re del gelato il reggino Restuccia: "Il lavoro di squadra è tutto"

ReggioToday è in caricamento