rotate-mobile
Sicurezza

Ragnatele in casa, ecco quali sono i rimedi naturali

Di seguito una guida con alcuni consigli utili al fine di risolvere questo problema, tali da suggerire le soluzioni per rimuovere le ragnatele e prevenire la loro formazione

REGGIO CALABRIA - La presenza di ragnatele è uno degli "inconvenienti domestici" che possono coinvolgere le abitazioni reggine. I luoghi in cui - solitamente - vengono depositate dai ragni sono i termosifoni, la parte posteriore dei mobili, i lampadari, i soffitti, e le crepe nei muri.

Di seguito vengono proposti alcuni consigli per rimuovere le ragnatele e prevenire la loro formazione. 

Come fare

Per prima cosa è importante chiudere i fori delle pareti - presenti presso la propria abitazione - con lo stucco o il silicone, per evitare che i ragni possano inflilarsi. Per eliminare le ragnatele già formate - però - esistono speciali scope a forma di triangolo con un manico mobile ed allungabile,capace di far raggiungere anche gli angoli più nascosti. 

L’alternativa è l’aspirapolvere su cui posizionare un bocchettone con il quale aspirare la ragnatela.

Oltre a questi metodi, è possibile ricorrere anche ad un composto formato da acqua e candeggina oppure da acqua e sapone di Marsiglia, da spruzzare direttamente sulle tele del ragno. Poi con l’aiuto di un panno in microfilma o una spazzola non resta che rimuoverle facilmente dalle piante o dai muri.

Prevenire le ragnatele

E' bene specificare come sia essenziale utilizzare metodi naturali, non deleteri alla propria salute, rispetto a quelli chimici. 

La prima soluzione è quella di disporre noci e castagne divise a metà lungo porte e finestre; lo stesso risultato si otterrebbe con le bucce di arance o di limoni.

Un composto a base di aceto bianco e acqua invece, può essere spruzzato sul davanzale o l’uscio della porta. Gli odori intensi - come quelli della menta piperita, del cedro e dell’olio di Neem  -sono efficaci per tenere lontano i ragni. Quindi ci si potrebbe attrezzare di una miscela formata da 15-20 gocce di olio essenziale e acqua, da vaporizzare lungo le finestre o le porte. Per un effetto immediato, però, potrebbe essere efficace anche un batuffolo di cotone imbevuto di oli essenziale e posizionato nei punti strategici. 

Al fine di allontanare i ragni, meglio dotarsi di piante aromatiche, meglio se dall’odore intenso come il basilico, la menta, il timo limone, l’aglio, la lavanda o la citronella. La loro posizione ideale è sui balconi o all’ingresso delle finestre. 

Evitare la ricomparsa

Una volta eliminate le ragnatele, è importantissimo mettere in atto tutte quelle protezioni adeguate per non consentire che si riformino. Per prima cosa è necessario eliminare i vecchi giornali o oggetti accatastati negli angoli, piché - spesso - sono il rifugio perfetto per i ragni; poi far arieggiare le stanze e conservare gli indumenti in scatole di plastica invece di quelle in cartone; spazzare i pavimenti regolarmente ed utilizzare luci esterne gialle o blu per evitare di attirare gli insetti. Infine è essenziale curare il giardino con regolarità - laddove sia presente - ed eliminare le erbacce. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragnatele in casa, ecco quali sono i rimedi naturali

ReggioToday è in caricamento