Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un anno senza eventi", i lavoratori dello spettacolo a gran voce: "Ci sia data dignità!" |VIDEO

I professionisti del settore si sono dati appuntamento al cospetto del teatro Cilea. L'iniziativa, promossa in Calabria da Approdi, si è svolta anche in altre 20 città italiane

 

A un anno esatto dal blocco totale del mondo dello spettacolo a causa dell'emergenza pandemica, centinaia di migliaia di professionisti del settore vivono in profonda precarietà, tra disoccupazione e assenza totale di prospettive. Nel pomeriggio, sulle scalinate del teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria, come in altre 20 città italiane, i lavoratori dello spettacolo che, al tempo del Covid, "stanno sopravvivendo a stento con l’elargizione di quelle misure tampone - completamente insufficienti - adottate dal Governo", sono scesi in piazza, nell'ambito dell'iniziativa "Un anno senza eventi", promossa dalla Rete intersindacale professionisti dello spettacolo e della cultura (Risp) e promosso in Calabria da Approdi, lavoratrici e lavoratori della cultura e dello spettacolo.

"Le difficoltà sono due: una economica, una psicologica - commenta Gaetano Tramontana, regista e attore di Spazio Teatro - ma ci sono anche aspetti sociali, etici perchè c'è il rischio di abituarci a vivere senza eventi, teatro, danza, musica dal vivo. Questo è un punto fondamentale perchè speriamo che quando finirà tutto la gente abbia voglia di tornare a fruire dei nostri spettacoli". 

"Anche qui si è sentita la mancanza di eventi e di spettacoli, una condizione che si è ripercossa su tutte le persone che lavorano nel nostro settore. Chiediamo - ha affermato alla Dire il cantautore reggino Francesco Stilo del collettivo Malaerba - che ci sia data dignità e un riconoscimento per il lavoro che svolgiamo". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ReggioToday è in caricamento