Giovedì, 18 Luglio 2024

VIDEO| Quattro parole intraducibili in dialetto riggitano? Ecco quali sono

A spiegarle su TikTok una giovane reggina doc

"Quattro parole che hai detto almeno una volta se sei di Reggio Calabria". Sta facendo il giro del web il video TikTok di Arianna Scaldaferri, "la reggina di TikTok" molto seguita anche su Instagram che spiega le quattro parole in dialetto "riggitano" che sono intraducibili in italiano. La Scaldaferri è molto conosciuta sui social per i suoi contenuti relativi al territorio reggino tra usi, costumi e tradizioni.

Numero uno "Iarmare" che si usa per esempio quando la figlia chiede alla mamma: "Per favore oggi andiamo alle giostrine" e lei risponde: "Arianna non iarmare oggi non si può" oppure si utilizza per dire "iarmi sempre che ci vuoi vedere ma poi quando organizziamo non ci sei mai. Chi usa la parola iarmare? La usa chi vuole insistentemente qualcosa anche se la tiktoker chiede suggerimenti ai suoi follower.

Secondo termine indicato e molto utilizzato nel linguaggio reggino è "sparte" presente i dialoghi come: "E' finita la lezione che sono le cinque e doveva finire alle 4 e mezza?" e l'altra persona risponde: "No ancora non è finita, 'sparte' ha fatto zero pause' la parola "sparte"  è sinonimo di "a parte il fatto che" non si può tradurre e si usa sempre.

E ancora chi non usa il verbo "sdingare"? C'è chi dice "mi sdinga" si usa quando si mangia una cosa per troppo tempo e in poche parole stanca e comunemente si usa in espressioni come: "E' da un mese che mangio yogurt greco mi sdingau"-

Quarto e ultimo termine citato sui social è "lattariare" che secondo l'utente significa arrabbiarsi per qualcosa . Una frase che contiene tutte e quattro i vocaboli sopracitati? "No guarda bello non mi fare lattariare non iarmari cu stu sushi che avi quattru iorna chi mu mangiu, mi stingau e sparte fa schifo", conclude scherzando la giovane Arianna Scadaferri che in poche parole ha riassunto quattro vocaboli che sono in uso tra i reggini nelle conversazioni quotidiane e che sono intraducibili.

Video popolari

ReggioToday è in caricamento