menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motorshow 2Mari, il "Baca" sensibilizza sul tema degli abusi su minori

I "Motociclisti contro l'abuso sui bambini" è un'associazione nata negli Usa e diffusa anche in Italia. Il loro intervento all'evento di Saline Joniche è servito per spiegare la propria vocazione

Nuovo giorno e nuova attività ricca di significato dal punto di vista motoristico quanto sociale per il Motorshow 2Mari. Dopo l'importante iniziativa di Luca Abete e il suo tour motivazionale, all'evento di Saline Joniche ha deciso di partecipare anche il "Baca" (Bikers against child abuse, nrd). I Motociclisti contro l'abuso sui bambini, tradotto in italiano, hanno tenuto un convegno sul tema sociale che essi stessi rappresentano. 

"Noi esistiamo come sodalizio di motociclisti - afferma l'associazione - per ridare ai bambini il loro diritto a non aver paura del mondo nel quale vivono. Siamo qui per dare un sostegno ai nostri amici “feriti” coinvolgendoli in un’organizzazione unita e riconosciuta. Lavoriamo insieme ad enti locali e statali già presenti sul territorio a protezione dei bambini. Desideriamo mandare un chiaro messaggio a tutti coloro che sono coinvolti nella realtà del bambino abusato dichiarando che questo bambino fa parte della nostra organizzazione (famiglia) e che siamo pronti a dare loro il nostro supporto fisico ed emotivo tramite l’associazione e con la nostra stessa presenza fisica. Siamo qui pronti per proteggere questi bambini da ulteriori abusi. Non giustifichiamo in alcun modo - prosegue l'intervento - l’uso della violenza o della forza fisica tuttavia, se per qualsiasi motivo noi dovessimo rappresentare l’unico ostacolo fra il bambino ed un ulteriore abuso, noi siamo qui pronti ad essere quell’ostacolo".

Baca Italy-2L'organizzazione, di stampo no-profit, è nata negli Stati Uniti nel 1995. Combattere le violenze e i maltrattamenti sui minori sono due principi fondamentali dell'associazione, la quale s'impegna a dare sosteno alle vittime attraverso sicurezza e conforto.  "Quando i nostri Bacachild sentono i rombi delle moto sanno che sta arrivando la famiglia di Baca! Non e? molto importante da quali membri sia rappresentata: arrivano dei “grandi” sulle loro “grosse” moto, che potrebbero fare anche una certa impressione, ma i bambini sanno che i bikers di Baca sono grandi e forti - si conclude l'intervento dell'associazione - per poterli difendere e sostenere, ma che sanno farsi piccoli per giocare con loro, perché deve finire il tempo dell'infanzia calpestata! No child deserves to live in fear...Nessun bambino merita di vivere nella paura!"

Trovare un modo per avvicinare il mondo delle moto ad un problema serio e purtroppo diffuso è il modo migliore per affrontare ogni situazione e il Motorshow 2Mari sta veicolando un messaggio di un'importanza inestimabile. Eventi del genere sono necessari e sempre ben voluti dalla popolazione, poiché la sensibilizzazione delle masse sta alla base della risoluzione di una grossa problematica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Stanchezza primaverile? Sintomi e rimedi naturali

Cura della persona

Trattamenti estetici per ciglia: la parola al dermatologo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento