Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

Reggina e Baroni in cerca di una strada comune: il rinnovo non è più solo una formalità?

Voci su altri allenatori e un contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. La trattativa tra la società e il tecnico fiorentino indicherà la strada per il futuro amaranto

Marco Baroni

Ipotesi, suggestioni ma anche paura di perdere un uomo forte, una guida solida per raggiungere alte vette. Baroni alla Reggina ha conquistato tutti, dal presidente fino ai tifosi passando dai giocatori che si butterebbero nel fuoco per lui.

Tutto vero, certo, ma il rinnovo? Già, perchè il contratto di Baroni scade il 30 giugno 2021. Un mese e poco più. Il tempo evidentemente stringe, considerando l'impossibilità a procedere nella costruzione della squadra senza la totale certezza dell'allenatore. Serve definire un accordo quanto prima per archiviare l’intera situazione.

L'attesa sale per la trattativa che dovrà terminare in tempi brevi. Gallo da una parte e Baroni dall'altra. Ci si chiede, però, se si tratti solo di una formalità dopo l'ottima stagione o di un qualcosa di più elaborato. Lato società, il presidente e i dirigenti faranno tutto il possibile per accontentare l'allenatore. Ma per "accontentare" non bisogna intendere questioni economiche. Perchè il tecnico fiorentino ha principalmente bisogno di capire nei dettagli l’idea tecnica della Reggina per il futuro, così da essere poi sicuro di avere la stessa linea di pensiero del club nella costruzione della rosa. Esattamente come accade in ogni trattativa di questo genere.

Entrambe le posizioni, d'altronde, erano già state chiarite in due conferenze stampa. Quella della salvezza raggiunta, in cui Gallo spiegava: "I contratti si fanno in due e lo faremo al tavolo. Io rappresenterò la Reggina e cercherò in tutti i modi di arrivare a quello che lui pensa di avere." Semplice come concetto e in un certo senso la risposta di Baroni è arrivata nel post partita dell'ultima giornata contro il Frosinone: "Ci sono delle valutazioni da fare e sarà fatto nelle prossime settimane".

Il tempo passa, giorno dopo giorno e inevitabilmente voci circolano. La priorità per la Reggina è e resterà fino all'ultimo momento buono la permanenza di Marco Baroni, così come il tecnico che in fin dei conti al Granillo ci rimarrebbe anche volentieri. Impossibile quindi prendere in discussione altri profili al momento. Nonostante le indiscrezioni, in ultima il profilo dell'ex Aglietti (come scritto da l'Arena, vicini ai fatti del Chievo). Insomma, la missione prioritaria è mantenere il tecnico che ha gettato le basi in questa stagione, per evitare di dover ripartire da zero con tutti i rischi che ci sarebbero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina e Baroni in cerca di una strada comune: il rinnovo non è più solo una formalità?

ReggioToday è in caricamento