Nuovo corso Reggina, Baroni: “C'è da lavorare con entusiasmo e ritrovando fiducia"

Il neo tecnico è stato appena presentato in conferenza stampa. Arrivato dopo Toscano, dovrà migliorare la posizione in classifica della squadra che oggi segna 16esimo posto

Da sinistra Marco Baroni e Luca Gallo (foto da screenshot conferenza online)

Si rischia e anche tanto. La classifica della Reggina piange e attendere non era più possibile. Le ultime due frenetiche giornate in chiave amaranto hanno ribaltato la guida tecnica e imposto una nuova consapevolezza ad ogni ordine e grado: salvarsi ed evitare i playout ad oggi è l’unico obiettivo possibile. Da qui parte il percorso di Marco Baroni a Reggio Calabria, con l’ambizione di tornare a far bene in un campionato che conosce come le sue tasche.

Firmato il contratto in tarda serata, il nuovo allenatore è ormai pronto a catapultarsi nell’avventura amaranto. Prima di gettare le basi per il suo lavoro in campo con i calciatori, il tecnico si è presentato ai giornalisti in conferenza stampa alla quale ha presenziato anche il presidente Luca Gallo.

Parola al patron

Il proprietario della Reggina ha fatto un punto della situazione, doveroso visto le ultime ore decisamente impegnative: “Tutti conoscono il passato dell'allenatore, è un ottimo tecnico. Spero e credo che possa fare un buon lavoro qui a Reggio e invertire la rotta per far si che la squadra ricominci ad avere un buon rendimento. Ho parlato con i giocatori ieri di responsabilità, nel momento in cui non c'è più Mimmo Toscano e lo ringrazio per tutti i momenti belli che mi ha fatto passare ma anche di quelli brutti che li abbiamo passati insieme, adesso sono rimasti loro calciatori e devono dimostrare. Mi sarei sostituito da solo ma non si può fare. Non potevo sostituire l'intera squadra, la cosa più semplice si sa nel calcio è cambiare l'allenatore. Adesso la palla sta ai giocatori e devono invertire la rotta e hanno la responsabilità di cambiare la situazione.

Abbiamo visto bene Baroni ed è stato valutato in tutte le sue sfaccettature. L'abbiamo valutato tutto quanto, ci puntiamo. Poi speriamo tutti che vada tutto per il meglio. C'è un motivo per cui il mister sta qui e non è fatto a caso."

Ecco il tecnico

Attenzione interamente puntata su Marco Baroni, l’allenatore che dovrà stabilizzare la Reggina in Serie B. Il mister fiorentino ha rivelato di essere: “Molto contento e motivato di iniziare questa avventura. Ho conosciuto da poche ore la proprietà e sono ancora più convinto e carico di gettarmi in questa avventura. C'è da lavorare, la classifica non sorride ma sono convinto che si possa invertire la rotta con umiltà e volando bassi ma con determinazione per quello che dovremmo fare sul campo sia sul quotidiano ma principalmente nelle gare che andremo ad affrontare. Sono un uomo che guarda in avanti, il mio passato lo guardo solo perchè mi ha costruito nell'esperienza e nella conoscenza. In questo momento sono solo rivolto con lo sguardo in avanti. Certe scelte sono cadute proprio in questa direzione della Reggina e la cosa più importante per noi è il tempo che per non c'è e dobbiamo essere bravi da subito con la squadra che in questo momento è in difficoltà di risultati."

Cosa l'ha convinta a venire a Reggio?

"Mi ha convinto la determinazione del presidente che ha già centrato un obiettivo importante. Dobbiamo fare a meno del pubblico, ma il calore della gente di questa piazza non lascia certamente indifferente un allenatore nella scelta. Ci sono questi presupposti e ho accettato ben volentieri di buttarmi da subito in questa avventura. Ci siamo sentiti ieri praticamente, ho preso la macchina e sono venuto giù. Nello scendere mi sono già visto un po' di partite del Cittadella. Non c'è voluto molto per trovare l'accordo perchè c'è unione e motivazione."

Chi porterà nello staff tecnico?

"Viene con me Fabrizio Del Rosso allenatore in seconda e anche il preparatore atletico Andrea Petruolo"

Conosce i giocatori e cambierà modulo?

"I giocatori devo ancora incontrarli, ma li conoscono benissimo per caratteristiche tecniche. Può essere una soluzione da valutare un cambio di sistema di gioco. Non ho molti giorni e devo fare le valutazioni sul campo."

Qual'è l'obiettivo nella stagione?

"Sono un uomo pratico come ho sempre fatto nella mia carriera calcistica. Guardo la classifica, prendo coscienza di questo e c'è da lavorare con entusiasmo e fiducia ed è una cosa da ritrovare. Sarà il tempo che ci darà gli obiettivi da raggiungere. Sgravare l'ambiente da questa pesantezza è uno dei passaggi importanti da fare." 

Il mercato di gennaio?

"Ci sarà il tempo per valutare questa situazione ed eventualmente la possibilità di migliorare in funzione del modulo, andando così ad ottimizzare."

Il pubblico di Reggio

"Una cosa che manca a tutti l'assenza dei tifosi. Gli addetti ai lavori non vedono l'ora di vedere lo stadio pieno. Non è facile perchè il calcio è vero quando ci sono i tifosi ma dobbiamo fare di necessità virtù."

Quali sono i principali problemi della squadra?

"Delle valutazioni le farò, ho massimo rispetto di chi fino adesso ha lavorato. Il mister Toscano ha vinto un campionato prima di andar via e una situazione del genere è capitata anche a me ed è spiacevole. C'è da fare delle correzioni perchè qualcosa non sta funzionando. Non vedo l'ora di essere sul campo con questi ragazzi anche se un'idea me la sono fatta ma in questo momento preferisco tenermela per me. L'aspetto mentale sicuramente incide, è inutile nasconderlo. Le vittorie creano uno stato psicofisico importante, mentre momenti di difficoltà creano squilibri."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperitivo con oltre 20 persone in un negozio etnico: cinque multe e attività chiusa

  • "Vado a posare il fucile e poi torno", gli attimi seguenti all'omicidio nel racconto del figlio delle vittime

  • Per i Carabinieri ad uccidere i coniugi di Calanna sarebbe stato Francesco Barillà

  • Consumavano in un locale oltre l'orario di apertura: fioccano multe e chiusa l'attività

  • Duplice omicidio di Calanna, arrestato il responsabile della morte dei coniugi Cotroneo

  • Controlli anti Coronavirus, 30 persone in un bar del centro: attività chiusa e sei multe

Torna su
ReggioToday è in caricamento