menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Baroni

Marco Baroni

Reggina-Salernitana, Baroni: "Ci sarà possibilità di far bene, non sono preoccupato"

Il tecnico amaranto interviene in conferenza stampa per commentare il pareggio a reti inviolate maturato nei 90 minuti. Protagonista assoluto Nicolas con un rigore parato

Essere rammaricati per non aver ottenuto la vittoria contro la Salernitana è certamente una nota positiva. Certo, i tre punti oggi sarebbero stati più che meritati, ma la Reggina esce dal Granillo a testa altissima e con la consapevolezza di poter emergere nel girone di ritorno dopo le difficoltà delle partite ormai in archivio.

La cronaca di Reggina-Salernitana

Lo 0-0 appena maturato in partita è stato commentato in conferenza stampa da Marco Baroni. Per il tecnico della Reggina: "Il rigore non dato a noi credo sia sotto gli occhi di tutti e c'è poco da commentare. Ci sono dei dubbi anche sul rigore loro che secondo me c'è fuorigioco. Sapevo che giocare contro questa squadra non è facile, alza tanto la palla e rompe l'azione. Abbiamo creato 3-4 azioni nitide, penso alla palla di Loiacono, Edera, Menez e il pallone anche della trattenuta su Montalto. Sono soddisfatto della prestazione perchè credo che questa squadra ha degli ampi margini di miglioramento e ora possiamo sfruttare i nuovi ragazzi che ci daranno una mano e questo ci permetterà di avere più soluzioni tattiche e cambi nel secondo tempo.

Il nostro centrocampo - continua Baroni - non è mai andato in asfissia. Le azioni loro sono tutte situazioni dove abbiamo perso male la palla, siamo andati centralmente e abbiamo beccato transizioni. La Salernitana alza la palla verso il suo centravanti e vanno a fare l'azione. Lo fa benissimo, non è una critica, infatti è seconda in classifica. Per quanto riguarda noi, potevamo sfruttare molto meglio l'ingresso dei terzini. Sono contento della prestazione di Montalto, Edera, Menez che deve fare molto di più perchè deve avere avere voglia di fare gol. Crimi era arrivato ieri in nottata. Sono convinto che adesso con la possibilità di lavorare con i nuovi ci sarà possibilità di far bene, non sono preoccupato.

Ci sono dei giocatori - riflette il mister - che per caratteristiche sono diversi rispetto a chi era in campo. I nuovi hanno, invece, caratteristiche simili e ci da' la possibilità di mantenere la stessa identità. Noi dobbiamo avercela nel primo e nel secondo tempo. Bisogna essere pronti a dare tutto e dobbiamo farlo. Chi va in campo non deve pensare ai 90' ma i cambi diventano fondamentali. Dobbiamo spendere e consumare energie, poi servono giocatori che vanno dentro e continuano il lavoro degli altri.

Non cerco alibi, il tempo - ribadisce - è questo e la gente deve arrivare sveglia e veloce. Le partite sono queste e più importanti e difficili sono e meglio è. Vivo di sfide e deve farlo anche la mia squadra, vivere di coraggio e confrontarsi attraverso match da affrontare senza paura. Lo dobbiamo avere sempre nella testa.

Delprato non era nelle condizioni, non l'ho rischiato a Frosinone e sono rimasto coerente con questa scelta. Credo che per la prossima possa rientrare. Situm - conclude Baroni - dopo la scorsa partita ha avuto un risentimento muscolare. Lakicevic venerdì in allenamento ha avuto uno scontro in area con Montalto e si è procurato una distorsione alla caviglia ma spero di recuperarlo contro il Pescara."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento