Sport

Viola, sconfitta e playout: Salerno vince 78-68 e condanna i neroarancio agli spareggi

Penultima giornata della fase ad orologio con la squadra reggina sconfitta fuori casa. Roster di Bolignano aritmeticamente sicura di non poter restare direttamente in Serie B

La Viola (foto da pagina facebook ufficiale Pallacanestro Viola)

Una sola giornata al termine della fase ad orologio e poi si passerà alla resa dei conti finale. Prima di lasciare spazio alle partite che decideranno la permanenza della Viola in Serie B, c’è spazio per gli atti conclusivi della fase ad orologio. Il penultimo turno ha evidentemente segnato il futuro dei neroarancio, adesso obbligati a centrare l’obiettivo stagionale tramite i playout.

Serviva un’impresa, o comunque bisognava capovolgere il pronostico in quel del PalaCarmine di Salerno. Contro la Virtus quinta in classifica solo la vittoria avrebbe scacciato via l’aritmetica, ma il risultato finale di 78-68 e la vittoria di Pozzuoli su Molfetta, spalanca di fatto alla Viola le porte dei playout. Pesa, per la squadra di Reggio Calabria, il non essere mai riuscita ad imporsi fuori casa.

La cronaca

La vigilia della partita è stata accompagnata dalle solite due assenze in casa Viola, ovvero Romeo e Prunotto. Lasciate da parte le defezioni, l’avvio di match si rivela abbastanza in bilico tra le due forze in campo. Alla fine del primo quarto si è sul 20-18 per i campani, ma come si può chiaramente evincere dal parziale, i reggini sono stati al passo.

Il secondo quarto rappresenta il primo momento in cui Salerno allunga, complice il suo buon gioco tra le due fasi e alcune limitazioni ospiti. Il tutto coincide con 39-29 e i 10 punti di vantaggio che lasciano un po’ più tranquilli i padroni di casa quando si guadagna l’intervallo lungo.

Nuovamente sul parquet, la situazione non cambia, anzi se vogliamo va ad accentuarsi ancora di più. La distanza tra le due squadre diventa significativa e per la Viola la vittoria comincia ad essere un miraggio. Il vantaggio di Salerno sale fino a 17 punti, chiudendo il terzo quarto su un parziale di 61-44 che praticamente non lascia spazio a grandi rimonte nel finale. Proprio nell’ultimo periodo, la missione dei neroarancio è di arrivare a contenere l’avversario. I reggini ci provano, ma sono comunque i campani ad avere la meglio con il buon margine di 10 lunghezze (78-68).

Sconfitta incassata, adesso serve voltare subito pagina. L’obiettivo è e resta la salvezza, da conquistare ai playout. E proprio alle eliminatori si dovrà arrivare nel miglior modo possibile. Per farlo c’è ancora una giornata di fase ad orologio, da giocare in casa il 2 maggio contro Roma. Proprio il fattore campo dovrà essere conquistato in vista degli spareggi.

Il tabellino

Virtus Arechi Salerno – Pallacanestro Viola Reggio Calabria 78-68 (20-18, 19-11, 22-15, 17-24)

Virtus Arechi Salerno: Andrea Valentini 18 (7/12, 0/0), Roberto Maggio 13 (3/5, 2/8), Lorenzo Tortù 12 (5/12, 0/2), Antonio Gallo 12 (5/6, 0/0), Marco Mennella 11 (4/7, 0/1), Massimo Rezzano 9 (3/5, 1/3), Marco Rossi 3 (0/2, 1/2), Ernesto Beatrice 0 (0/0, 0/1), Emanuele Caiazza 0 (0/0, 0/0), Roberto Gervasio 0 (0/0, 0/0), Antonio Di Donato 0 (0/0, 0/0), Marco Venga 0 (0/0, 0/0)

Pallacanestro Viola Reggio Calabria: Enrico Maria Gobbato 22 (6/6, 1/1), Salvatore Genovese 18 (6/12, 2/7), Yande Fall 8 (4/12, 0/0), Edoardo Roveda 8 (1/2, 1/4), Giulio Mascherpa 5 (2/5, 0/6), Fortunato Barrile 4 (2/2, 0/2), Luka Sebrek 2 (1/2, 0/1), Paolo Frascati 1 (0/0, 0/0), Mirko Pucinotti 0 (0/0, 0/0), Antonio Sorbara 0 (0/0, 0/0)

Fonte tabellino: sito ufficiale Pallacanestro Viola

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viola, sconfitta e playout: Salerno vince 78-68 e condanna i neroarancio agli spareggi

ReggioToday è in caricamento