menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Viola a fine gara (foto da sito ufficiale del club)

La Viola a fine gara (foto da sito ufficiale del club)

Vittoria di sostanza per la Viola: Pozzuoli battuto e agganciato in classifica

Conquistato il successo casalingo grazie al risultato finale di 75-67. I neroarancio raggiungono così il quintultimo posto a quota 12 punti in griglia

Serviva vincere per morale e classifica. Partita cruciale, incrocio dove non si doveva uscire sconfitti. La Viola in tali circostanze è destinata ad esaltarsi. Un esempio concreto? L’ultima vittoria ottenuta nel turno infrasettimanale contro Pozzuoli a domicilio.

Il PalaCalafiore ha fatto da palcoscenico ad una sorta di rappresentazione teatrale che come titolo ha  un semplice ma efficace “75-67”, ovvero il risultato finale fondamentale per far esultare l’intero roster neroarancio. Gruppo reggino a cui mancavano Romeo e Prunotto. Lato opposto, invece, è Gueye ad aver alzato bandiera bianca.

La cronaca

Chi ben comincia è a metà dell’opera, si sa, e nel primo atto della partita la Viola mette in scena una prestazione subito convincente. Avvio solo a tinte neroarancio e avversari costretti ad inseguire dopo alcuni minuti di stallo. 6 punti di vantaggio alla fine del quarto (23-17) e via veloci verso una seconda ripresa più di contenimento reggino nei confronti di Pozzuoli, circostanza che non limita comunque l’incremento delle distanze fino alle 13 lunghezze del parziale 40-27.

Ritornati sul parquet per il terzo quarto, Pozzuoli si dimostra ora più che mai in partita. La prima fase da rivedere e una costante crescita nel secondo periodo, portano adesso i campani ad assottigliare il divario con gli avversari allenati da coach Bolignano. I conti dicono ancora vantaggio Viola (58-51), ma chiaro come 6 punti non siano sinonimo di tranquillità, anche e soprattutto alla luce del parziale dedicato al solo terzo quarto, per la prima volta nella partita a favore degli ospiti con un 18-24.

Gli appassionati, soprattutto se tifosi neutrali, si possono godere con serenità e un certo compiacimento in generale tutti gli ultimi quarti intensi, tirati e in grado di scrivere finali di pregevole fattura. E Viola e Pozzuoli danno via ad un periodo certamente avvincete. Gli ospiti accorciano e potrebbero rientrare tra i protagonisti in qualsiasi momento se non fosse per un’amministrazione del vantaggio ben attuata da parte dei neroarancio. Più passano i secondi e minori sono le possibilità di capovolgimento di fronte, dunque il finale è un solido +8 per i reggini (75-67). Aprendo la parentesi dei singoli, la gloria per annoverare tra le proprie fila il miglior realizzatore di giornata va ai campani con i 22 punti di Nicola Savoldelli. Enrico Gobbato per i padroni di casa ha risposto, invece, con 17.

La vittoria vale tanto per la Viola, non solo per la soddisfazione di aver battuto una rivale di buon livello ma anche e sopratutto per la scossa assestata in classifica. Il roster di Reggio Calabria, in virtù dell’ultimo successo, è così balzato a 12 punti. Circostanza che permette l’aggancio, scherzo del destino, a Pozzuoli. Il quintultimo posto è adesso in coabitazione.

Il tabellino

Pallacanestro Viola Reggio Calabria – Virtus Pozzuoli 75-67 (23-17, 17-10, 18-24, 17-16)

Pallacanestro Viola Reggio Calabria: Enrico Maria Gobbato 17 (5/6, 2/4), Salvatore Genovese 14 (1/5, 4/9), Giulio Mascherpa 13 (3/10, 0/5), Yande Fall 11 (5/11, 0/0), Edoardo Roveda 9 (1/2, 2/4), Luka Sebrek 9 (2/3, 1/2), Fortunato Barrile 2 (1/1, 0/0), Alessandro Marcianò 0 (0/0, 0/0), Paolo Frascati 0 (0/0, 0/0)

Virtus Pozzuoli: Nicola Savoldelli 22 (3/5, 4/8), Fatih Mehmedoviq 13 (4/6, 1/1), Amar Balic 11 (4/6, 1/5), Sam Serigne 7 (3/5, 0/0), Mario Caresta 6 (0/1, 2/6), Emin Mavric 4 (2/4, 0/1), Salvatore Forte 4 (2/5, 0/5), Massimiliano Bordi 0 (0/1, 0/0), Sasha Kushchev 0 (0/1, 0/0), Andrea Birra 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Testa 0 (0/0, 0/0)

Fonte tabellino: sito ufficiale Pallacanestro Viola

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento