Beffa clamorosa che pesa come un macigno: la Reggina spreca e l’Entella ringrazia: è 1-1

La punizione di Crisetig regala lo 0-1 agli amaranto, ma è Mancosu a pareggiare i conti. Padroni di casa in 10 nel secondo tempo per l’espulsione di Crimi

German Denis

Vincere partite sporche risulta sempre fondamentale, ma spesso contro la sfortuna si può fare poco. La Reggina butta via una vittoria già concretizzata e nettamente meritata contro una Virtus Entella che non costruisce, ma resta in piedi e sfrutta il momento opportuno per pareggiare e fermare gli amaranto sull’1-1.

La legge del calcio è dura e spesso ti punisce quando meno te l’aspetti. La gara del Comunale di Chiavari è di difficile gestione, dove entrambe le squadre danno vita ad un primo tempo decisamente spento. La sensazione è che solo una giocata estemporanea possa decidere il risultato finale e così sembrava nella ripresa, quando Crisetig è salito in cattedra per trasformare in oro una punizione invitante. Da lì in poi è controllo amaranto, con diverse occasioni da trasformare in doppio vantaggio. La palla non entra più in rete e nonostante l’uomo in meno, l’Entella sfrutta un calcio di rigore per assestare un colpo pesantissimo alla squadra di Toscano, che adesso dovrà imparare una fondamentale lezione: se non concretizzi, rischi come non mai.

Le scelte di formazione

Il termine sorprese non è da affibbiare agli schieramenti odierni, in particolar modo agli ospiti. Mister Toscano ha composto la sua Reggina in modo identico a quanto ci aspettavamo alla vigilia. Gli assenti Plizzari e Rolando sono stati sostituiti rispettivamente da Guarna e Situm. Per il resto classica e ormai ben collaudata formazione. Delprato e Charpentier gli altri due indisponibili.

Mister Bruno Tedino è costretto a fare nuovamente i conti con diverse assenze tra cui Paroni, Costa e Rodriguez. Nell'11 titolare non figura l'ex di giornata, ovvero Coppolaro. Il difensore, cresciuto nel vivaio amaranto e in prima squadra nel 2014, parte inizialmente dalla panchina. Menzione speciale anche per Andrea Paolucci, mai alla Reggina ma con una parentela non indifferente. Il centrocampista è fratello di Lorenzo, presente nella squadra calabrese che l'anno scorso ha trionfato in Serie C.

La cronaca

La Reggina parte con il piede schiacciato sull'acceleratore. Due calci d'angolo nel giro di tre minuti, poi proprio al 3' arriva la conclusione pericolosa da parte di Liotti. Palla che sfiora il palo di destra dalla lunga distanza e si spegne sul fondo. Approccio grintoso per gli uomini di Toscano.

L'inizio scoppiettante lascia spazio ad una gara bloccata nelle sabbie mobili del centrocampo quando il cronometro ha già oltrepassato il 15'. Amaranto nuovamente in azione da fuori area al 19', questa volta con Bellomo e il suo tiro a sfiorare il palo di sinistra.

Nella seconda metà di tempo l'Entella si fa preferire in termini di gioco offerto, ma dalle parti di Guarna non arriva nessun tipo di sussulto. Al 36' la palla finisce in rete, ma i padroni di casa non vanno in vantaggio. Il gol di De Luca non è valido, causa netta posizione di fuorigioco dello stesso attaccante biancoceleste.

Mister Toscano cerca la scossa e ad inizio secondo tempo mette dentro Folorunsho e Mastour. Il colpo di scena che cambia la storia arriva al 4' ed è una perla da calcio di punizione di Crisetig. Il centrocampista amaranto, da ottima mattonella dal limite dell'area, batte Borra e realizza il gol del vantaggio. 

La partita è indirizzata sul binario della Reggina. I calabresi sfruttano il momento favorevole e al 12' Folorunsho illumina Menez. Il francese parte verso la porta, ma nel momento decisivo si fa parare il tiro da Borra. Per la Virtus Entella piove sul bagnato al 16', momento in cui Crimi commette fallo su Denis e viene ammonito per la seconda volta in giornata, raggiungendo così gli spogliatoi anzitempo causa espulsione.

Amaranto nuovamente pericolosi al 22' su calcio di punizione sempre dal limite dell'area. Questa volta è Denis a presentarsi alla battuta. Gol soltanto accarezzato, la palla si spegne al lato di un soffio. Ospiti ancora una volta vicinissimi al doppio vantaggio al 24' con Situm. L'ottima conclusione viene smorzata da Borra. Il portiere casalingo tiene in vita i suoi a più riprese. Folorunsho, uno dei migliori in campo, va in percussione dentro l'area al 41', ma è nuovamente l'estremo difensore avversario a negare lo 0-2 alla Reggina.

Clamoroso colpo di scena al 44', quando Mancosu viene atterrato in area da Rossi. L'arbitro non ha dubbi e fischia calcio di rigore. Lo stesso attaccante biancoceleste si presenta sul dischetto e realizza il gol del pareggio, beffando i calabresi.

Le parole

Terminata la partita, mister Mimmo Toscano ha commentato lo sfortunato pareggio ai microfoni dell'ufficio stampa della Reggina. Per il tecnico: "C'è amarezza, soprattutto per i ragazzi. Hanno fatto una partita di grande livello, qualità e intensità. Peccato non aver portato via i tre punti da un campo difficile come quello di Chiavari. Andiamo avanti guardando la prestazione, perchè secondo me abbiamo fatto davvero bene.

Guarna - prosegue - non ha dovuto effettuare grandi interventi. Abbiamo costruito tanto nella ripresa, ma anche nella prima parte abbiamo creato un paio di palle-gol importanti. Partite come quelle di oggi bisogna chiuderle, perchè poi l'episodio in mischia o su palla lunga ti può punire. Il nostro errore, se così lo si può definire, è non aver raddoppiato.

Adesso - conclude Toscano - testa al derby, martedì arriva il Cosenza".

Il tabellino

Virtus Entella (4-3-1-2): Borra; De Col, Chiosa, Poli, Pavic; Paolucci (3' st Toscano), Crimi, Brescianini (32' st Koutsoupias); Morosini (32' st Petrovic); Brunori (23' st Mancosu), De Luca (23' st Coppolaro). A disposizione: Balducci, Albertazzi, Cleur, De Santis, Bonini, Cardoselli, Pellizzer. Allenatore: Tedino.

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono, Cionek, Rossi; Situm (45' st Vasic), Bianchi (1' st Folorunsho), Crisetig (37' st De Rose), Liotti (37' st Di Chiara); Bellomo (1' st Mastour); Ménez, Denis. A disposizione: Farroni, Gasparetto, Peli, Stavropoulos, De Rose, Faty, Marcucci, Rivas. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino (Vito Mastrodonato di Molfetta e Marco Trinchieri di Milano). IV uomo: Alberto Santoro di Messina.

Marcatori: 4'st Crisetig (R), 44' st rig. Mancosu (E).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note - Osservato un minuti di silenzio in memoria del presidente della Regione Calabria Jole Santelli. Ammoniti: Menez (R), Brunori (E), Rossi (R), Crimi (E), Folorunsho (R), De Col (E). Espulsi: Crimi (E) per doppia ammonizione. Calci d'angolo: 2-4. Recupero: 3' pt, 4' st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Calabria, terra mia", alla Festa del Cinema di Roma la presentazione del corto di Muccino

  • Nuove misure contro il Coronavirus, verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • La Calabria verso il coprifuoco e la chiusura delle scuole: in arrivo nuova ordinanza regionale

  • Regione Calabria, possibili nuove elezioni in primavera 2021: quale sarà il "dopo Santelli"?

  • Falcomatà battezza la sua nuova giunta: "Capaci di vincere le partite più difficili"

  • Chiusa autocarrozzeria abusiva, proprietario denunciato anche per furto di acqua

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ReggioToday è in caricamento