Incidenti stradali Terreti

Potrebbe essere stato un malore la causa del tragico incidente di Santa Domenica

A perdere la vita sono stati: Giuseppe Quattrocchi di 63 anni e la sua compagna Maria Grazia Marcianò di 58. I due stavano rientrando a casa da Gambarie, sarà determinante l'esito dell'autopsia

L'automobile incastrata fra i rami della quercia

incidente santa domenica 2-2-2Potrebbe essere stato un malore improvviso patito dal conducente la causa del tragico incidente che si è registrato, nella tarda serata di ieri, nei pressi di contrada Santa Domenica di Terreti. Sono queste le prime indiscrezioni che, comunque, dovranno trovare conferma dall'esame autoptico che il magistrato di turno ha disposto sul cadavere delle due persone che hanno perso la vita a causa del tremendo incidente.

A perdere la vita sono stati: Giuseppe Quattrocchi di anni 63 e la sua compagna Maria Grazia Marcianò di 58, cittadini reggini, residenti a Catona che, da quelle che è stato verificato dagli uomini della Polizia municipale stavano rientrando in città da Gambarie.

Durante il tragitto il conducente ha perso il controllo dell'autovettura che, dopo aver divelto il guard rail (nella foto) è precipitata in un burrone di circa cento metri, finendo la propria corsa contro una quercia. Maria Grazia Marcianò è rimasta incastrata dentro l'autovettura, mentre il corpo del compagno è stato sbalzato fuori.

Sul posto, insieme agli uomini del comandante Salvatore Zucco, si sono portati i vigili del fuoco della squadra Speleo alpino fluviale, i Carabinieri e personale del Servizio di urgenza ed emergenza medica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potrebbe essere stato un malore la causa del tragico incidente di Santa Domenica

ReggioToday è in caricamento