Sabato, 19 Giugno 2021
Economia

Il portalettere è sempre più digitale: in provincia di Reggio attivi 272 palmari

Attraverso le nuove funzionalità il portalettere porta l’ufficio postale a casa dei cittadini. Tra le altre operatività anche quella di poter prenotare la vaccinazione anti Covid

Anche in provincia di Reggio Calabria Poste Italiane continua a sostenere il processo di digitalizzazione del Paese ribadendo la vicinanza ai cittadini e offrendo loro una serie di prodotti e servizi innovativi direttamente a domicilio grazie ai 272 portalettere e ai loro palmari.

Il contesto di mercato sempre più competitivo ha portato la rete logistica di Poste Italiane ad una forte innovazione verso il digitale, da un lato seguendo l’evoluzione e la diversificazione dei prodotti e servizi “tradizionali”, dall’altro prevedendo lo sviluppo di nuovi servizi per andare incontro alle esigenze dei cittadini.

Lo rendo noto l'azienda che in una nota aggiunge: "Il palmare in dotazione di tutti i portalettere dei 13 centri di recapito della provincia di Reggio Calabria, infatti, oltre a rendere più rapide le operazioni affidate tradizionalmente ai portalettere, come la consegna tracciata di corrispondenza, pacchi e raccomandate, assicurate e atti giudiziari, anche grazie all’utilizzo della firma elettronica apposta dal destinatario direttamente sul palmare, permette di gestire in modo efficace anche operazioni a valore aggiunto come il pagamento dei contrassegni, il recapito su appuntamento e il ritiro a domicilio della posta registrata. Gli ultimi aggiornamenti software, inoltre, consentono di portare l’ufficio postale direttamente a casa dei cittadini della provincia di Reggio Calabria". 

Il palmare è dotato di un vero e proprio POS che consente di pagare i bollettini postali di qualsiasi utenza, sia quelli premarcati, con acquisizione automatica sia quelli bianchi, con inserimento manuale di tutti i riferimenti. "I cittadini - spiega Poste Italiane - possono anche ricaricare il proprio telefono tramite il portalettere, inserendo pochi dati, come il gestore, il numero da ricaricare e l’importo scelto tra quelli a disposizione.

Una volta accertata la correttezza di tutti i dati inseriti il portalettere procederà a concludere l’operazione. Anche i possessori di una PostePay possono sfruttare il palmare del portalettere per ricaricare la loro carta, semplicemente inserendo i dati necessari, ovvero i dati del disponente, il numero della carta, l’importo da ricaricare e la causale. Anche in questo caso il portalettere concluderà l’operazione dopo aver verificato la correttezza dei dati inseriti e stampata l’anteprima di ricarica".

Poste Italiane agevola inoltre "le attività delle pubbliche amministrazioni locali, mettendo a disposizione il servizio di rilevazione, che permette ai portalettere di registrare, direttamente sul palmare, informazioni di pubblico interesse come, ad esempio, numeri civici, passi carrabili e cartelloni pubblicitari, contribuendo in modo determinante alla conoscenza del territorio anche nelle realtà locali più piccole".

In Lombardia, Abruzzo, Marche, Sicilia, Basilicata e Calabria, infine, Poste Italiane ha attivato una piattaforma per la prenotazione per accedere alla vaccinazione anti Covid-19. I cittadini possono effettuare la prenotazione direttamente tramite il portalettere. Inserendo nel palmare i dati necessari, il software verificherà se il cliente è idoneo alla procedura e potrà quindi prenotare un appuntamento per la dose oppure visionare un appuntamento fissato in precedenza, stampare lo scontrino con il numero di prenotazione e modificare o disdire la data.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il portalettere è sempre più digitale: in provincia di Reggio attivi 272 palmari

ReggioToday è in caricamento