rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Green Catona

Parti di auto e anche un registratore di cassa tra i 20 quintali di rifiuti raccolti da Fare Verde

Via l'immondizia dalla spiaggia Marinella di Catona. I volontari dell'associazione di Reggio Calabria si sono dati appuntamento domenica scorsa nell’ambito della manifestazione nazionale “Il mare d'inverno”

Passeggini, scaldabagni, parti di autovetture e persino un registratore di cassa, con tanto di scontrini emessi! Questi, sono solo una parte dei 20 quintali di rifiuti, raccolti da una quarantina di volontari dell’associazione ambientalista Fare Verde che domenica scorsa, armati di ramazze e buona volontà, hanno pulito la spiaggia della Marinella di Catona.

Marinella catona rifiuti registratore-2L'iniziativa, inserita nell’ambito della manifestazione nazionale “Il mare d'inverno”, giunta alla XXX edizione, con il patrocinio della Commissione UE – rappresentanza per l’Italia, il ministero dell’Ambiente ed il Comando generale della Guardia costiera, si è svolta nel pieno rispetto delle norme anti Covid. 

Alla pulizia della spiaggia, l’immondizia è stata raccolta nei sacchi messi a disposizione dall’Avr, oltre i volontari di fare Verde, hanno partecipato anche i rappresentanti dei circoli Reggio ’70, Comitato No Porta a Porta, Stanza 101, Amareggio, Fiamma Tricolore, Circolo Fratelli d’Italia “Antonio e Ciccio Franco”, Asi, Kiwanis club “Apsias”, Nuova Solidarietà e gli scout dell’Agesci Reggio Calabria 8.

"L’iniziativa di Fare Verde, giunta quest’anno alla 30^ edizione, - afferma Antonio Virduci, responsabile del gruppo locale di Reggio Calabria -  ha avuto l’obiettivo di riportare al centro dell’attenzione la necessità di ridurre i rifiuti alla fonte, riutilizzarli e riciclarli più possibile, nell’ottica di una economia circolare e del rispetto per Madre Natura".

I volontari di Fare Verde hanno colto l’occasione per fare una “hit parade” dei rifiuti per verificare cosa il mare restituisca all’uomo che in esso ormai abbandona di tutto credendo così di liberarsi dei suoi rifiuti. Ma così non è. "Riguardo la spiaggia di Marinella di Catona, - continua Virduci - non possiamo fare a meno di rammentare alle autorità competenti, ma anche a tutti i reggini innamorati della propria città, l’altissima valenza naturalistica e paesaggistica di questo tratto di litorale, con le sue bellissime dune naturali, oggetto di scempio sia per il deposito di spazzatura che per la sconsiderata attività di slalom dei vari suv che quotidianamente si recano in zona.

Marinella catona rifiuti pulizia 01-2

E’ possibile che uno dei tratti di spiaggia più belli della provincia sia lasciato così all’abbandono?" Fare Verde Reggio Calabria, riguardo questa problematica, "non si ferma qui e ha deciso di sposare la causa della Marinella". Nei prossimi giorni, l'associazione illustrerà nel dettaglio le nuove iniziative che verranno messe in campo per il bene dell'ambiente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parti di auto e anche un registratore di cassa tra i 20 quintali di rifiuti raccolti da Fare Verde

ReggioToday è in caricamento