rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Riforme

Autonomia differenziata, Castorina chiede un consiglio comunale aperto

Il consigliere comunale del Pd vorrebbe aprire alla cittadinanza la discussione sulle riforme di cui si sta occupando il Parlamento

“L’attività parlamentare dell’onorevole Francesco Cannizzaro presentatore di una proposta alla Legge di bilancio che andrà ad intervenire sul testo unico degli enti Locali con il ripristino di quelle che una volta erano le circoscrizioni, apre una riflessione molto più ampia su quelle che possono essere le funzioni di questi presidi territoriali e su quello che sarà il rapporto che il Comune di Reggio Calabria dovrà avere con la Città metropolitana e la Regione Calabria in materia di deleghe e funzioni”.

A parlare è il consigliere comunale del Pd, Antonino Castorina che, alla luce delle riforme in discussione, chiede un consiglio comunale aperto sul tema dell’autonomia differenziata e auspica una “sinergia totale fra i vari enti locali”.

Per Castorina, infatti, “Lo sviluppo di un territorio complesso come quello di Reggio Calabria passa necessariamente dal principio di mutuo soccorso tra enti locali che in tema di sviluppo sostenibile, trasporti e servizi possono lavorare in piena sinergia nell’esclusivo interesse della collettività. Se da un lato quelli che saranno i municipi dovranno garantire i servizi essenziali a partire da territori abbandonati dall’altro gli enti locali di livello superiore dovranno garantire trasporti, collegamenti e programmazione . Un bilanciamento di competenze e responsabilità  potrà rilanciare un territorio che davvero può essere centrale nell’area del Mediterraneo ma serve capire chi deve fare cosa".

Antonino Castorina-2"Il lavoro di questi mesi in consiglio comunale - precisa Castorina (nella foto) - sarà quello di riempire la cornice normativa che questo intervento legislativo offre a Reggio Calabria ma allo stesso tempo si dovrà lavorare per potenziare il concetto dell’area dello stretto che consente collegamenti ed investimenti tra Calabria e Sicilia, l’aeroporto di Reggio Calabria ed il porto come primi punti di collegamento tra la nostra città ed il resto del mondo ed il ruolo centrale che dovrà avere la Città metropolitana a partire dalle tematiche ambientali in modo tale da trasformare l’emergenza in opportunità”.

“La classe dirigente - prosegue il consigliere comunale del Pd - che oggi ha la responsabilità di rappresentare la nostra regione ha il dovere di aprire  una riflessione pubblica ed istituzionale sul disegno di legge sull’autonomia differenziata con la presenza nell’aula del consiglio comunale della città più grande di tutta la regione Calabria  di tutti i nostri parlamentari in un consiglio comunale aperto in  modo tale da chiarire come un impianto normativo che presenta evidenti profili di incostituzionalità possa incidere negativamente su tutto il Sud e sulla Calabria in particolare modo”.

“Su questo tema - conclude Castorina - serve un consiglio comunale aperto dove stilare un rapporto alla città. Sono convinto che il progetto di crescita e sviluppo di Reggio di Calabria dipenda da come si affronteranno queste sfide, da come e se si riuscirà a spendere le risorse destinate al nostro territorio, da responsabilità e competenza di una classe dirigente che al netto delle idee e dei colori politici  non può rinunciare al futuro pensando solo al presente perché Reggio va tutelata prima di ogni cosa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia differenziata, Castorina chiede un consiglio comunale aperto

ReggioToday è in caricamento