rotate-mobile
Linea dura / Villa San Giovanni

Ponte sullo Stretto, Pd nazionale e regionale insieme per bloccare il decreto Salvini

Il segretario Irto e il senatore Misiani: "Basta alla propaganda del governo Meloni, servono interventi straordinari per le infrastrutture al Sud"

Linea politica unitaria tra il Pd Calabria e il Pd nazionale che si muovono all’unisono per bloccare l’iter di realizzazione del Ponte sullo Stretto e chiedono investimenti per le infrastrutture al Sud e attenzione massima sui fondi del Pnrr.

Il segretario regionale Nicola Irto ha detto a chiare lettere: "Non assumiamo una posizione strumentale, ma legata attentamente alla condizione che vivono Calabria e Sicilia. La rete viaria e ferroviaria delle due Regioni ha necessità di investimenti straordinari per essere resa efficiente e in grado di garantire il diritto alla mobilità dei cittadini.

Soltanto dopo avere recuperato il gap con il resto del Paese possono avviarsi altre discussioni, compresa quella sulla realizzazione di un’opera come il Ponte sullo Stretto o della stessa autonomia differenziata".

Il senatore Antonio Misiani, componente della segreteria nazionale con delega a economia, finanze, imprese e infrastrutture, al quale sono state affidate le conclusioni del dibattito tenuto ieri a Villa San Giovanni, ha ribadito: "Il metodo adottato dal governo è inaccettabile. Sono stati bocciati quasi tutti i nostri emendamenti al decreto, non è stata avviata nessuna interlocuzione con i soggetti interessati e, soprattutto, ci sono incertezza gravissime sulla fattibilità dell’opera, sul suo impatto ambientale e sulle coperture finanziarie.

E’ evidente che il Pd metterà in campo tutto il proprio impegno per bloccare l’iter avviato dal governo che sembra impegnato più che altro in una mera attività di propaganda senza avere nessuna intenzione di realizzare investimenti davvero in grado di risolvere i problemi delle Comunità del Sud dell’Italia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, Pd nazionale e regionale insieme per bloccare il decreto Salvini

ReggioToday è in caricamento