rotate-mobile
Politica

Apertura di credito del Movimento cinque stelle a Roberto Occhiuto

Il presidente della giunta, dopo l'approvazione dell'assestamento di bilancio, incassa la disponibilità dei consigliere Tavernise: "Non rappresenterà un inciucio"

La vera novità del consiglio regionale che si è appena concluso a Palazzo Campanella è l’apertura di credito del Movimento cinque stelle, attraverso uno dei due rappresentanti presenti nell’emiciclo dell’aula Fortugno, nei confronti del presidente della giunta regionale, Roberto Occhiuto.

Se Francesco Afflitto aveva sfiorato il tema, il collega di partito Davide Tavernise è stato più diretto. “Il Movimento cinque stelle  - ha detto - collaborerà fattivamente e lealmente per dare risposte ai calabresi, dichiara. Il coinvolgimento della minoranza non rappresenterà e non dovrà essere percepito come un inciucio. La gestione oculata dovrà essere una costante aldilà ed al di sopra della Corte dei Conte. Nessuno sconto, ma se il percorso futuro sarà all'insegna del coinvolgimento e del rispetto dei ruoli la minoranza, alla stregua di quanto sta avvenendo a livello centrale, darà il proprio fattivo contributo”.

Per il resto, a parte il rinvio della discussione sulle linee programmatiche del presidente Occhiuto, la seduta è stata catalizzata dal dibattito e dall’approvazione dell’assestamento di bilancio, presentato in aula dall’assessore al bilancio Giuseppina Princi.

La manovra di assestamento della Regione Calabria in discussione oggi al Consiglio regionale, per la quota delle entrate vale, per la sola annualità 2021, la somma di 3.012.347,17 euro. Tale maggiore disponibilità costituisce la risultanza tra le maggiori e minori entrate: 1.450.000,00 euro sono relative alla restituzione dell'avanzo libero da parte del Consiglio regionale; 258.387,74 euro derivano da sanzioni riscosse a seguito di emissione di avvisi di accertamento e di ordinanze di ingiunzione ovvero di iscrizioni a ruolo effettuate ai fini del contrasto all'evasione tributaria ed extra-tributaria e del recupero di crediti regionali; 1.500.000 euro si riferiscono a crediti nei confronti di Sorical S.p.a. per canoni d'uso degli acquedotti regionali per gli anni 2019, 2020 e 2021. Le minori entrate per euro 196.040,57 riguardano l'adeguamento dello stanziamento di competenza del Fondo relativo al ristoro delle minori entrate derivanti dalla soppressione dell'imposta regionale sulla benzina per autotrazione.

"La sfida sul confronto in consiglio regionale - ha concluso Roberto Occhiuto - non sarà sul Documento economico di finanza, che ha solo il 10% di fondi liberi, ma sulle somme provenienti dal Pnrr, Fsc e Fondi strutturali. Su questi sarà il Consiglio a discutere, per non perdere un appuntamento con la storia. Occorre un'organizzazione che sia da modello anche per gli Enti locali. Penso ai piccoli Comuni, che magari non hanno alcuna struttura di supporto, anche con loro occorre confrontarsi perché sappiano spendere ed eseguire quanto programmano".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apertura di credito del Movimento cinque stelle a Roberto Occhiuto

ReggioToday è in caricamento