menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scalinata del Waterfront

La scalinata del Waterfront

Waterfront, il centrodestra: "Pagliacciata illegale di Falcomatà, il prefetto intervenga"

Il sindaco uscente annuncia l'inaugurazione della scalinata del Waterfront. I coordinamenti provinciali di FI, Lega e FdI insorgono: "Procede in maniera disinvolta e disinteressata rispetto alle norme che regolano la propaganda elettorale"

"L’amministrazione Falcomatà vuole concludere sei anni di disastri nel migliore dei modi. L’arroganza e la presunzione, pari solo all’incapacità amministrativa, si sono palesati in maniera evidente durante una campagna elettorale per loro priva di contenuti e ricca di eventi che hanno violato le norme".

Lo affermano in una nota congiunta i coordinamenti provinciali di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega che incalzano: "Il sindaco uscente infatti, con cadenza sistematica, durante i 30 giorni antecedenti la prima tornata elettorale, ha inaugurato opere pubbliche quali Parco lineare sud (giovedì 17 settembre), opera permanente di arte pubblica di Edoardo Tresoldi sul Lungomare della città (sabato 12 e domenica 13 settembre), dato onorifecenze e organizzato altri eventi a totale spregio delle richiamate norme che sanciscono un preciso divieto a carico dei pubblici amministratori uscenti a condurre siffatte prassi".

Secondo il centrodestra unito "questi comportamenti condotti dal sindaco e da rappresentanti della sua maggioranza, postulano una grave quanto evidente violazione delle norme del nostro ordinamento,
dettate dal legislatore proprio al fine di evitare che l’attività di comunicazione istituzionale delle pubbliche amministrazioni si intrecci con l’attività di propaganda elettorale e che gli eletti uscenti possano utilizzare una posizione di vantaggio istituzionale, derivante dal loro ruolo di amministratori in carica, rispetto agli sfidanti.

Tutto ciò anche in rispetto del principio, dettato dall’articolo 97 della Costituzione, dell’imparzialità dell’azione dei pubblici uffici. Nella giornata di ieri, il sindaco uscente ha dichiarato pubblicamente di voler procedere nella giornata di oggi con l’inaugurazione della scalinata del ‘Waterfront’ sul Lungomare di Reggio Calabria. Nonostante i ripetuti richiami alla correttezza istituzionale e al rispetto delle norme, Falcomatà quindi procede in maniera disinvolta e disinteressata rispetto alle norme che regolano la propaganda elettorale.

Con la falsa giustificazione dell’evento di tipo ‘istituzionale’, il sindaco uscente in realtà vuole organizzare quella che è a tutti gli effetti una manifestazione elettorale, in totale spregio degli obblighi e divieti di legge che regolamentano l’attività di un’amministrazione uscente. Una vera e propria pagliacciata, un’offesa verso tutti i reggini organizzata con la disperata intenzione di gettare polvere negli occhi dei cittadini, quasi a voler dire “proviamo a dimenticare sei anni di disastri e servizi essenziali inesistenti guardando questa bella scalinata. Imbarazzante".

I rappresentanti del centrodestra chiedono, quindi, ufficialmente al prefetto Massimo Mariani "di accertare profili di responsabilità scaturenti dalle già citate e reiterate condotte del sindaco Falcomatà così da assicurare una chiusura di campagna elettorale rispettosa delle leggi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento