Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

Regionali, Carfagna: "Lavoreremo per una sede dell'Agenzia della coesione"

La ministra del Sud e Coesione territoriale è arrivata in città per sostenere il candidato alla presidenza Roberto Occhiuto

Arriva da Messina la ministra Mara Carfagna dove ha dato il via alle ruspe per abbattere la baraccopoli per dare, finalmente, le case ai messinesi. Attraversato lo Stretto ecco ha incontrato nella sede del Coordinamento provinciale di Forza Italia il capogruppo alla Camera e candidato alla presidenza della Regione Roberto Occhiuto ed il responsabile nazionale per il Sud Francesco Cannizzaro.

"Lavoreremo per dare alla Calabria una sede dell'Agenzia della coesione che pensiamo possa diventare il braccio operativo del ministero del Sud per la progettazione, realizzazione e rendicontazione delle opere nella regione" ha detto la ministra del Sud e Coesione territoriale Mara Carfagna, dopo aver ricordato Jole Santelli, ex governatrice della Calabria prematuramente scomparsa.

“Sviluppo, nuove strategie di investimento e quindi occupazione… ma soprattutto infrastrutture e opere connesse, per colmare il gap Nord-Sud”, così ha parlato il ministro sviscerando gli impegni che intende portare a termine, con il supporto della Regione Calabria, grazie alla grande occasione per il Meridione che si chiama PNRR, “il 40% del quale  è destinato al Sud. Chi parla di scippi e di informazioni fuorvianti non sa di cosa parla”.

111 milioni per le Z.E.S. di tutta la Regione; 11 milioni per l’autostrada Salerno – Reggio; 50 milioni di euro all’Autorità portuale per portare Gioia Tauro ai vertici d’Europa e per rilanciare in maniera definitiva il Porto di Reggio (aggiungendosi ai 15 milioni di euro dell’emendamento Cannizzaro). E questi sono solo alcuni degli interventi di cui ha parlato il Ministro per il Sud.

A questi Mara Carfagna ha formalmente assunto l’impegno anche per alcuni Progetti bandiera su infrastrutture ferroviarie e stradali per la Calabria, per un totale di ben 373 milioni di euro (fondi FSC 21-27), sui quali c’è già totale intesa con i ministeri competenti e che saranno già inseriti nel prossimo decreto: SSV completamento collegamento A2 S.Roberto - Campo Calabro - Piani Aspromonte (20 mln); SSV collegamento Reggio Calabria / Cardeto / Vallata S.Agata (20 mln); SSV bretella collegamento pedemontana della Piana di Gioia Tauro (20 mln); SS 280 dei due mari Catanzaro – Cosenza (25 mln); Trasversale Amantea - Cosenza (20 mln); SS106 - SP197 - SP252 collegamento Corigliano - Tarsia (10 mln); Ammodernamento collegamento A2 aree interne Vibo Valentia (15 mln); Collegamento SS106 tramite attraversamento del fiume Esaro (10 mln); Strada di collegamento A2 Rogliano - Marcellinara (25 mln); Completamento elettrificazione linea jonica (180 mln); Riattivazione linee Taurensi (28 mln).

“Con un ministro così pragmatico e attento alle necessità del Sud, sarà sicuramente più facile governare la Regione – sostiene Roberto Occhiuto – ma starà al nuovo corso politico dimostrare quanto male abbia fatto prima di noi la Sinistra e quanto si sbaglia oggi chi pensa che amministrare qui sia impossibile!”. 

“Non c’è mai stata una simile convergenza di forze politiche ed istituzionali sulla Calabria – conclude Francesco Cannizzaro – e sono orgoglioso di poter essere costante espressione sul territorio di questo tangibile impegno. La cambiamo questa Regione. Insieme!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Carfagna: "Lavoreremo per una sede dell'Agenzia della coesione"

ReggioToday è in caricamento