rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Politica Pellaro

Punta Pellaro, il Parco del Vento diventa realtà: approvato il progetto di fattibilità

L'opera sarà finanziata grazie al Patto per lo sviluppo della Città metropolitana, secondo il masterplan individuato dal sindaco Falcomatà e dall'assessore Muraca

E' arrivato l'ok per il progetto Parco del Vento di Punta Pellaro. La giunta comunale ha dato il via libera nei giorni scorsi ad un provvedimento atteso ed importante, fortemente voluto dall'Amministrazione per la valorizzazione dell'intera area. "Il progetto di fattibilità per il Parco del Vento costituisce un deciso impulso allo sviluppo economico e turistico del nostro territorio - ha ribadito l'assessore alla mobilità e smart city Giuseppe Marino - l'approvazione segna un ulteriore concreto passo in avanti verso la valorizzazione di un'area di particolare pregio naturalistico e paesaggistico".

L'opera sarà finanziata grazie al Patto per lo Sviluppo della Città Metropolitana, secondo il masterplan individuato dal sindaco Giuseppe Falcomatà e dall'assessore delegato Giovanni Muraca, ed è finalizzata allo sviluppo di una zona molto frequentata ed apprezzata per le sue particolari condizioni naturalistiche e metereologiche che la rendono una sorta di paradiso del kitesurf. Punta Pellaro richiama, ogni anno, migliaia di appassionati, che arrivano da ogni parte d’Italia e d’Europa per praticare questa disciplina sportiva. "La creazione dell’area multifunzionale - ha continuato Marino - sarà il passo concreto verso l’implementazione di tutta l’area costiera a sud di Reggio Calabria".

"L’idea progettuale, collegata al progetto di fattibilità del Parco del Vento, è inclusa in un progetto ambizioso per la città che, dopo una fase di programmazione, può iniziare a prendere forma passo dopo passo. L’obiettivo, . ha concluso Marino -, secondo l'idea di città che insieme al sindaco abbiamo immaginato, è quello di creare un’unica continuità tra l’area nord e l'area sud di Reggio Calabria, dal lungomare di Catona e Gallico, il centro con la riqualificazione dell'area portuale ed il collegamento con il lungomare Falcomatà e la zona sud con il Parco Lineare, la nuova strada di collegamento Omeca – San Gregorio e il lungomare di Pellaro con annesso Parco del Vento di Punta Pellaro fino a Bocale”.

“Tra gli abitanti ed i turisti, Punta Pellaro è chiamata il chilometro "più ventoso" d'Italia" ha sottolineato il consigliere comunale con delega allo sport ed al turismo Giovanni Latella che ha espresso soddisfazione per l'importante passo in avanti sancito dall'approvazione in giunta. "Una caratteristica, quella del vento, che potrebbe assumere un valore negativo ma, in realtà, è una condizione straordinaria che rende quest'area un luogo magnifico con ampi margini di crescita, dal punto di vista turistico e sportivo, con evidenti ricadute economiche ed occupazionali. L'obiettivo è riqualificare l'area. Punta Pellaro non è nota soltanto per la crescita spontanea del giglio di mare e la nidificazione del fratino e delle tartarughe caretta - caretta, tratti naturalistici meravigliosi. Il sito, grazie alla passione e alla professionalità degli addetti ai lavori è da tanti anni, un luogo di raduno da parte degli amanti del kitesurf provenienti da tutto il mondo, attratti dalle particolari caratteristiche del vento che favorisce la pratica degli sport velici”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta Pellaro, il Parco del Vento diventa realtà: approvato il progetto di fattibilità

ReggioToday è in caricamento