rotate-mobile
Scuola

I bimbi della scuola Disneyland sognano un mondo di pace

Allo spettacolo, andato in scena al Teatro Metropolitano del Dlf, hanno partecipato i bambini della scuola, che hanno portato sul palco il vero significato del Natale attraverso uno show ricco di scene

Cosa accadrebbe se tutti i bambini del mondo si riunissero per far sentire la loro voce? Gli adulti ascolterebbero le loro richieste? È quanto immaginato dai piccoli alunni della scuola dell'infanzia paritaria Disneyland di Reggio Calabria nella rappresentazione teatrale dal titolo “Natale in un mondo di pace”.

Allo spettacolo, andato in scena al Teatro Metropolitano del Dlf, hanno partecipato i bambini della scuola, piccoli “attori in erba” che hanno portato sul palco il vero significato del Natale attraverso uno show ricco di scene, musiche, balli, video, coreografie, scenografie e tanta magia.

"Volete sapere qual è il nostro sogno?", diceva un piccolo alunno all’inizio della recita. "Noi bambini – continuava – vorremmo una Terra felice e in pace per sempre". Un tema davvero attuale. "Natale in un mondo di pace", infatti, racconta la storia di alcuni bambini che invitano i loro amici da tutto il mondo per trascorrere insieme le feste. Dopo una “magia” dei folletti del Natale, grazie alla quale i piccoli riescono a parlare tutti la stessa lingua, bambini di diverse nazionalità, insieme, addobbano un grande e bellissimo albero con oggetti provenienti dai vari paesi del globo.

"Quest’albero ci ha trasmesso la voglia di stare insieme, superando confini e barriere", dicevano durante lo spettacolo. Amico o friend? "Non è importante come lo dici, l’importante è che siamo amici", cantavano i piccoli allievi della scuola Disneyland sul palco. L’obiettivo, quindi, è trasmettere i veri valori del Natale, l’importanza della solidarietà, dell’amicizia, della gentilezza e della pace.

Poi i bambini sono diventati anche “aspiranti giornalisti”: sul grande schermo del teatro è stato proiettato un immaginario telegiornale con le notizie che tutti vorrebbero ascoltare. Nel mondo "è stata debellata la fame" e "i potenti della Terra hanno deciso di trovare un accordo di pace: tutte le guerre sono finite e le persone potranno vivere in serenità", dicevano i piccoli reporter. Immancabile la tradizionale scena della Natività. Un successo, quindi, incorniciato dagli applausi del pubblico per un vero e proprio “messaggio di pace e di amore".

"Siamo stati davvero felici di poter tornare a teatro dopo il periodo della pandemia”, commentano le insegnanti della Scuola dell’infanzia paritaria Disneyland. "Le attività drammatico-teatrali – proseguono - permettono ai bambini di esprimersi con il corpo, con il linguaggio, con il ritmo e con tutte le attività manuali che possono sviluppare fantasia e creatività, incoraggiandoli a esprimere le proprie emozioni. Per questo – aggiungono - il laboratorio teatrale è fondamentale nella nostra offerta formativa e si inserisce nel progetto didattico ‘Giochiamo a fare teatro’, grazie al quale viene stimolato lo sviluppo psicomotorio, linguistico e creativo dei bambini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I bimbi della scuola Disneyland sognano un mondo di pace

ReggioToday è in caricamento