rotate-mobile
L'iniziativa

Tre fischi di sirena…e gli studenti del Fermi salutano la Vespucci

La manifestazione ha avuto il patrocinio del Comune di Villa San Giovanni e i ragazzi sono stati accolti dal primo cittadino, il sindaco Giusy Caminiti, e dall’amministrazione che ha preso parte all’attività

Sabato scorso gli alunni delle classi quinte dell’Istituto tecnico trasporti e logistica di Villa San Giovanni, sede staccata dell’Istituto E. Fermi di Bagnara Calabra, hanno svolto un’attività didattica presso la sede nautica della Società marina dello Stretto, in collaborazione con la Lega Navale Italiana di Villa San Giovanni.

La manifestazione ha avuto il patrocinio del Comune di Villa San Giovanni e i ragazzi sono stati accolti dal primo cittadino, il sindaco dott.ssa Giusy Caminiti, e dall’amministrazione che ha preso parte all’attività. L’iniziativa, voluta fortemente dalla dirigente scolastica, professoressa Graziella Ramondino, nasce dall’esigenza di ridare slancio al ruolo degli Istituti tecnici per il trasporto e la logistica, quali scuole di formazione esclusiva nel settore marittimo.

I ragazzi in una prima fase sono stati coinvolti in quelle che sono le principali attività marinaresche, lezioni pratiche sui nodi, vita di gruppo a bordo, regole e compiti dell’equipaggio; in una seconda fase, invece, sono stati impegnati in una vera e propria uscita in barca a vela.

Mentre si solcavano le onde dello Stretto di Messina c’è stato l’incontro con la nave scuola Amerigo Vespucci, pietra miliare della formazione degli allievi ufficiali. È stata un’emozione intensa e inaspettata per gli alunni del Fermi, i quali al passaggio della nave più bella del mondo si sono messi sull’attenti salutando via radio l’equipaggio della Marina Militare che ha ricambiato il saluto suonando tre colpi di sirena.

I ragazzi hanno potuto così vivere e praticare l’esperienza di un’uscita in mare in tutte le sue fasi, dal distacco
dalla banchina all’uscita dal porto, dallo spiegamento delle vele alla navigazione, dal ritorno in porto all’attracco in banchina. Alla fine dell’escursione i ragazzi hanno manifestato il loro entusiasmo per l’iniziativa e la volontà di continuare a vivere queste avventure indimenticabili in mare.

Il progetto voluto dalla dirgente scolastica Ramondino ha integrato in un unico percorso lezioni teoriche e pratiche, queste ultime svolte durante la navigazione in barca a vela. Durante l’anno scolastico saranno previste altre uscite in mare per gli studenti del Fermi; l’esperienza in mare, soprattutto in questo caso, svolge un ruolo importante per la loro formazione e permetterà ai giovani studenti del Nautico Fermi di migliorare la propensione al lavoro di squadra e acquisire conoscenze decisive per la loro futura professione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre fischi di sirena…e gli studenti del Fermi salutano la Vespucci

ReggioToday è in caricamento