Domenica, 14 Luglio 2024
La manifestazione / Rosarno

A Rosarno "Facciamo scienze", successo per il festival dedicato agli studenti

Si è svolto nel liceo scientifico Piria e al termine dell'evento è stato inaugurato l'osservatorio astronomico

Un evento interamente dedicato alla scienza e l'inaugurazione dell'osservatorio astronomico si sono svolti presso il liceo scientifico Piria di Rosarno. La manifestazione “Facciamo scienze festival” ha visto venerdì scorso la partecipazione di importanti autorità scientifiche, professori e scienziati di fama nazionale ed internazionale, ospiti nell'aula magna della scuola.

L'iniziativa è stata suddivisa in due sessioni: nella mattina che ha riguardato argomentazioni su medicina, biologia e salute; il pomeriiggio, invece, è stata di scena la fisica. L’evento è iniziato con i saluti da parte della dirigente scolastica Maria Rosaria Russo, a seguire vi è stato l’intervento del sindaco Pasquale Cutrì, il quale ha voluto sottolineare “quanto la nostra amministrazione tenga all’aspetto culturale scientifico e alla formazione dei nostri giovani. Ancora una volta - ha aggiunto - è stata ribadita la volontà di un proporre la città di Rosarno quale candidata a capitale della cultura”. Il sindaco ha continuato ringraziando il consigliere Brosio, delegato alla cultura, per la professionalità e il grande impegno profuso a servizio della comunità rosarnese.

All’incontro, al quale hanno preso parte anche l’onorevole Giovanni Arruzzolo e il consigliere regionale Giannetta, hanno presenziato tanti studiosi di fama mondiale tra i quali  Salvatore Procopio, fisico dell’ArpaCal, con un intervento dal titolo “La radioattività naturale della Calabria: il Radon e gli effetti sulla salute”; Valerio Bocci dell’istituto nazionale di fisica nucleare, sezione di Roma, con un intervento del titolo “Raggi Cosmici: dalla loro scoperta ai giorni nostri”; Marco Schioppa, professore presso il dipartimento di fisica dell’Unical e Infn Frascati, con una relazione dal titolo “Il mondo dei Quark e le forze che intervengono nelle interazioni tra di loro”; Sandra Savaglio, ordinario di astronomia dipartimento di Ffisica dell’Unical e Inaf, con un intervento dal titolo “Idrogeno: l’infinito cosmo dell’atomo più piccolo”.

A conclusione della manifestazione, è stato inaugurato l’osservatorio astronomico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Rosarno "Facciamo scienze", successo per il festival dedicato agli studenti
ReggioToday è in caricamento