Scuola Centro

Premio Cosmos Studenti: apprezzate le recensioni del liceo Campanella

Gli allievi verranno premiati nel mese di settembre e le loro esposizioni critiche sulle opere scientifiche verranno pubblicate su Repubblica.it e sulla rivista di astronomia

Gli alunni del Liceo Classico Tommaso Campanella hanno partecipato al Premio Cosmos degli studenti in veste di giurati. Come previsto dall'iniziativa, finalizzata alla divulgazione scientifica e facente parte del Pcto delle classi coinvolte, le opere nel settore della matematica, fisica e astronomia, sottoposte alla valutazione degli studenti sono state cinque (A. Bilotta-D. Grillotti “La funzione del mondo. Una storia di Vito Volterra”; M. Capaccioli “L’incanto di Urania”; L. Carimali “L’equazione della libertà”; D. Spiegelhalter “L’arte della statistica”; L. Troisi “La sfrontata bellezza del cosmo”) assegnate a quattro classi (5A, 5B, 5C, 4C) che hanno steso la loro recensione. 

"Molto apprezzate - spiega il dirigente scolastico Maria Rosaria Rao dello storico liceo classico - le recensioni di Martina De Lorenzo, Francesca Cicciù, Caterina Genesia, Serena Pericone, Valeria Plutino della IV C sul testo di Spiegelhalter, di Maria Grazia Vaccari e della 5C su quello di Capaccioli, di Elisabetta Gabriella Quattrone e di Giulia Praticò della 5B su quello della Troisi". 

Gli allievi verranno premiati nel mese di settembre preferibilmente in presenza, se le condizioni sanitarie lo consentiranno, e le loro esposizioni critiche sulle opere scientifiche verranno pubblicate su Repubblica.it e sulla rivista di astronomia. Tra i cinque testi il più votato dalla giuria studentesca nazionale e internazionale e dagli alunni del liceo è stato “La sfrontata bellezza del cosmo” dell’astrofisica Licia Troisi, risultato tra i finalisti. "I ragazzi si sono espressi, apprezzando moltissimo il testo, che li ha condotti attraverso un percorso di scoperta della bellezza e dei misteri del cosmo, che parte da un famoso dipinto di Giotto in cui è raffigurata la stella cometa dei Re Magi per giungere alla suggestiva immagine del buco nero.

Le foto diventano un mezzo affascinante per raccontare non solo lo straordinario viaggio dell’uomo nello spazio, ma anche per illustrare le tappe fondamentali delle scoperte scientifiche in campo astronomico. Essi hanno posto in evidenza la capacità della scrittrice di descrivere e spiegare in modo semplice concetti particolarmente complessi appartenenti alla fisica e all’astrofisica attraverso un linguaggio colloquiale e comprensibile alla maggioranza dei lettori. “La sfrontata bellezza del cosmo” non è solo un libro di divulgazione scientifica, ma anche un libro in grado di suscitare nei lettori la curiosità verso la bellezza dell’universo”". 

Il Premio Cosmos nasce dall’iniziativa di un gruppo di scienziate e scienziati italiani di fama internazionale, in sinergia con il ministero dell’Istruzione, la Città metropolitana di Reggio Calabria, la Società astronomica italiana, il Planetario Pythagoras e la Fondazione con il Sud, e con il patrocinio dell’Accademia Nazionale dei Lincei.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Cosmos Studenti: apprezzate le recensioni del liceo Campanella

ReggioToday è in caricamento