Scuola

Train to be...cool, 200 alunni della De Amicis - Bolani a lezione di sicurezza ferroviaria

Il progetto del ministero dell'Interno si propone di educare i giovani al rispetto di alcune regole da osservare in ambito ferroviario, al fine di evitare spiacevoli incidenti

L'incontro con gli agenti della Polfer

Il ministero dell’Interno, ha intrapreso da tempo e sta portando avanti un progetto di educazione alla legalità, in ambito ferroviario, in collaborazione con il ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. L'iniziativa si propone di educare i giovani al rispetto di alcune regole da osservare in ambito ferroviario, al fine di evitare spiacevoli incidenti dovuti all’inosservanza di precise norme e comportamenti da tenere nelle stazioni oin prossimità di sedi ferroviarie.

Il servizio di polizia ferroviaria nel riprendere le fila della progettualità, si pone come obbiettivo quello di raggiungere la maggiore platea di studenti. Per il nuovo anno scolastico, Il compartimento della polfer per la Calabria, si prefigge di organizzare incontri mensili negli istituti scolastici situati nei pressi di linee ferroviarie o frequentati da studenti pendolari.

Ieri i poliziotti si sono confrontati con oltre 200 alunni dell’istituto comprensivo De Amicis - Bolani di Reggio Calabria, con l’obbiettivo di sensibilizzare i giovanissimi sui tanti rischi presenti in ambito ferroviario e sui comportamenti corretti da tenere per salvaguardare la propria incolumità e quella degli altri.

Considerato il gran numero di giovani che utilizzano il treno per raggiungere la scuole ed i dati sugli incidenti ferroviari che coinvolgono gli adolescenti, gli agenti della polfer, con il supporto di filmati e slide, hanno spiegato ai ragazzi quali potrebbero essere i pericoli nascosti del trasporto ferroviario ed i comportamenti da evitare ad ogni costo quali, l’attraversamento dei binari, il salire a bordo del treno in movimento, il lancio di oggetti verso i convogli in transito, l’imbrattamento delle carrozze, l’oltrepassare la linea gialla.

Interagendo con gli studenti, attraverso un gioco di domande e risposte i poliziotti hanno aiutato i ragazzi a risolvere dubbi e incertezze sulle regole di comportamento in caso di necessità, a chi rivolgersi in situazioni di pericolo, trovando ancora una volta riscontro sull’efficacia del progetto voluto dal servizio di polizia ferroviaria. Anche grazie alla disponibilità ed alla collaborazione con il dirigente scolastico e con un attento corpo docenti, gli incontri proseguiranno nei prossimi giorni con l’obbiettivo di raggiungere tutti i 600 studenti dell’istituto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Train to be...cool, 200 alunni della De Amicis - Bolani a lezione di sicurezza ferroviaria

ReggioToday è in caricamento