rotate-mobile
Il protocollo

In biblioteca approda il progetto "Parola alle parole. Incontri con l'autore"

Firma dell'intesa tra l'Istituto comprensivo Diego Vitrioli-Principe di Piemonte e la biblioteca De Nava di Reggio Calabria

Con l’evento di presentazione del progetto "Parola alle Parole. Incontri con l’autore", giunto alla quinta edizione, l’Istituto comprensivo Diego Vitrioli – Principe di Piemonte ha avviato un percorso di collaborazione e condivisione siglato con il protocollo d’Intesa tra l’istituto scolastico e la Biblioteca Comunale “De Nava” di Reggio Calabria.

L’evento, accolto presso la saletta conferenze della storica biblioteca, ha visto la partecipazione attiva degli alunni della classe 5C, vincitori del contest “Parola alle Parole # tra le trame”, in rappresentanza della scuola primaria Principe di Piemonte, e degli allievi della sezione musicale della scuola media Diego Vitrioli.

I giovanissimi alunni hanno intrattenuto il pubblico con la lettura di brani tratti dal romanzo “Canto di Natale” di Charles Dickens, mentre i "vitriolini", Enrico Florio, Nicole Canale e Alessandro Dirzu, rispettivamente alla tastiera e ai violini, li hanno allietati con la piacevole melodia del “Cantique de Noel”.

Dopo i saluti della dirigente scolastica, dott.ssa Maria Morabito, e in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, degli assessori alla cultura, Irene Calabrò, all'istruzione e politiche educative, Lucia Anita Nucera e Daniela Neri, responsabile della Biblioteca e referente p.o. programmazione valorizzazione e promozione dei beni culturali, si è passati alla proiezione di un documentario dedicato alla storia del progetto “Parola alle Parole”, e a come questo si è evoluto nel corso delle sue prime quattro edizioni.

Sulla scia dei contenuti più recenti, che hanno visto partecipe la componente genitoriale e familiare in alcuni momenti di lettura, la dirigente ha avviato il dibattito invitando al tavolo dei relatori l’avv. Irene Pignata, vicepresidente del consiglio d’Istituto che ha spiegato quanto sia importante il coinvolgimento della famiglia in questo percorso avviato in classe e quanto in generale la lettura contribuisca alla crescita dei giovani.

Tra i relatori, il prof. Daniele Castrizio, associato di numismatica medievale presso l’Università di Messina, ha intrattenuto i giovani, e anche i meno giovani, con un breve intervento sulla storia “trimillenaria” di Reggio Calabria, catturando la curiosità e offrendosi disponibile ad approfondire il tema.

Il dott. Stefano Jorfida, presidente dell’associazione culturale Anassilaos, ha spiegato quanto la filatelia sia importante per rinnovare la memoria di eventi storici e personaggi illustri su scala nazionale e internazionale, illustrando il quadro di appuntamenti all’interno dei quali l’associazione che rappresenta e l’Istituto comprensivo Diego Vitrioli – Principe di Piemonte, condivideranno momenti di studio e approfondimento.

Il dott. Giuseppe Bova, presidente del circolo culturale Rhegium Julii, ha sottolineato quanto sia importante creare sinergie tra la scuola, il territorio e le associazioni. La dott.ssa Titti Fazzari, rappresentante dell’associazione culturale pediatri “Nati per Leggere”, sezione di Reggio Calabria, ha poi illustrato il programma culturale e salutare che il gruppo si prefigge tra gli obiettivi principali.

Infine, hanno chiuso la carrellata di interventi, le due docenti referenti del progetto, l’insegnante Angela Arcudi, per la scuola primaria, e la prof.ssa Iolanda Ravanda, per la scuola secondaria, le quali hanno illustrato nel dettaglio il programma che accompagnerà l’a.s. 2022/2023, evidenziando le tematiche legate alle “Generazioni Future” e alla “Libertà”.

Dopo gli interventi, si è proceduto con la firma e l’ufficializzazione del protocollo d’intesa istituzionale e l’evento si è concluso con i ringraziamenti della dirigente scolastica Morabito, che ha anticipato i nomi degli autori che l’Istituto ospiterà: per la scuola dell’infanzia e la primaria, gli scrittori Patrizia Ceccarelli, Maria Strianese e David Conati, per la secondaria, Gherardo Colombo, Nicoletta Bortolotti e Giusy Parisi.

Il progetto “Parola alle Parole” prende le mosse dalle nuove competenze per l’apprendimento permanente approvate con la Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea del 22 maggio 2018 (2018/C 189/01), nonché dalla cosiddetta “reading literacy”, indagata e valutata dai programmi O.C.S.E.-P.I.S.A., ossia la lettura intesa come ascolto, comprensione, riflessione ed utilizzo di testi. In questi termini, il progetto ha tra i suoi principali obiettivi promuovere il Bookcrossing, la lettura animata e il peer tutoring, oltre all’applicazione di metodologie e tecniche orientate al lavoro di e al lavoro collettivo, diventando così, lo strumento fondamentale per lo sviluppo delle conoscenze e delle potenzialità degli alunni della scuola primaria e secondaria di I grado, affinché si riconoscano parte attiva della società.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In biblioteca approda il progetto "Parola alle parole. Incontri con l'autore"

ReggioToday è in caricamento