rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
25 novembre / Villa San Giovanni

"Violenza verbale sui social… le parole hanno un peso!": liceo Nostro e Fidapa a confronto

Al progetto ha partecipato anche il sindaco di Villa San Giovanni, avv Giusy Caminiti

In occasione del 25 novembre, Giornata contro la violenza sulle donne, gli studenti delle classi 4^ e 5^ del liceo delle scienze umane ed economico-sociale dell’Istituto Nostro-Repaci di Villa San Giovanni sono stati coinvolti nella discussione del progetto "Violenza verbale sui Social… le parole hanno un peso!", organizzato dall’associazione Fidap,  sezione di Villa San Giovanni di concerto con la dirigente scolastica Maristella Spezzano.

La dirigente ha spiegato come le comunità educative debbano operare in sinergia per sensibilizzare i giovani all’uso corretto del Web in modo che essi possano acquisire una competenza digitale corretta, rispettosa e responsabile, condividendo opinioni e punti di vista altrui e garantendo, nello stesso tempo, libertà di pensiero e di espressione.

Dopo i saluti del sindaco del Comune di Villa San Giovanni, avv Giusy Caminiti, la prof Gabriella Romeo ha introdotto i lavori, spiegando che gli studenti, nella prima fase di attuazione del progetto, sono stati guidati dalle professoresse Stefania Arena, docente di lingua e cultura inglese, e Maria Bazzano, docente di diritto, nella somministrazione di un test riguardante l’utilizzo dei social, i rischi di una costante esposizione e le percezioni ed emozioni avvertite sul web di fronte a una comunicazione ostile con offese e diffamazioni.

Durante il dibattito, moderato dalla prof Enza Caracciolo, pres. Cds scienze economiche Università Mediterranea di Reggio Calabria nonché socia Fidapa, sono stati presentati i dati elaborati dalla psicologa Ilenia Longo relativamente alle risposte al test date dagli studenti.

L’avv Michela Catanese, presidente dell’associazione Fidapa, considerati i recenti eventi di cronaca, ha evidenziato l’importanza di scegliere le parole con cura quando si è connessi e le ripercussioni e i danni psicologici che, atteggiamenti aggressivi e provocatori, possono generare su chi è attaccato con minacce e calunnie e subisce insulti e disprezzo online.

Incisivo il contributo del dir. dip. Diges dell’Università Mediterranea, prof Daniele Cananzi che, interagendo con gli studenti, ha invitato a riflettere sui comportamenti da adottare quali indulgenza, educazione, delicatezza e responsabilità al fine di contrastare la violenza, unitamente al dialogo. Chiaro ed esaustivo l’intervento di Graziella Trecroci che, in veste di garante infanzia e adolescenza della Città di Villa San Giovanni, ha invitato i genitori ad assumere fattivamente il loro ruolo e accompagnare i propri figli nel loro percorso di crescita in relazione alle diverse fasi evolutive.

La conclusione dell’incontro, a cura della presidente dell’associazione Fidapa, ha messo in evidenza l’importanza del peso delle parole, anche online, considerato che tutto quello che si pubblica su Internet sarà per sempre e ovunque e che le parole, dolci o offensive che siano, scorrono dentro, e per sempre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Violenza verbale sui social… le parole hanno un peso!": liceo Nostro e Fidapa a confronto

ReggioToday è in caricamento