rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Calcio

Lecce-Reggina, quarto ko di fila per gli amaranto: vince l'ex Baroni

La squadra di Aglietti non riesce a rialzarsi dalla crisi di prestazioni e risultati, un gol per tempo per la squadra salentina, che per una notte guarda tutte dall'alto

La Reggina rimedia a Lecce la quarta sconfitta di fila, sempre più buio il momento della squadra di Aglietti che non riesce più a ritrovarsi. Zero tiri in porta, salvo due conclusioni quando la vittoria del Lecce era oramai al sicuro.

La sfida del Via del Mare ha messo in mostra la diversa caratura tecnica delle due formazioni, una evidentemente veramente attrezzata per puntare alla serie A, l'altra che oggi non può ambire a posizioni d'avanguardia, salvo provare a ritrovare l'efficacia del mese di ottobre e eventuali nuovi innesti sul mercato invernale.

Le scelte di formazione

Aglietti invece opta per alcune novità. In campo dal 1' Regini, con Stavropoulos ancora fuori, dentro Cortinovis, così come Beollomo e Rivas, mentre a sorpresa c'è Montalto, segnalato da Aglietti tra gli indisponibili: altra panchina per Galabinov.

Lecce che conferma Gendrey a destra, mentre torna Coda al centro dell'attacco dei salentini. Majer-Hjulmand-Gargiulo al centro del campo, con l'ex Lucioni nella retroguardia.

Salentini avanti con il blitz di Gargiulo

La squadra di Aglietti tiene discretamente il campo, limitando la qualità di un Lecce che sbaglia un pò troppo tecnicamente. Il team amaranto però non ha mai impensierito Gabriel.

Al 9', Gendrey crossa dalla destra, palla in area dove c'è lo stop di Gargiulo, che tenta il diagonale da ottima posizione, respinfe Cionek, sfera a Majer che viene disturbato da Crisetig e manda la palla sul fondo.

Al 22' la Reggina prova a pungere. Serie di batti e ribatti al limite dell'area Lecce, Montalto la mette a terra per Cortinovis, che con Gabriel in uscita la mette sopra la traversa: potenziale occasione da gol per gli amaranto.

Al 26' vantaggio dei padroni di casa. Traversone di Di Mariano dalla fascia destra della Reggina, palla verso Coda sul palo opposto, sponda del bomber salentino, irrompe Gargiulo che di testa la mette in rete. Vari errori della retroguardia nella circostanza.

Al 31' ancora Lecce. Punizione per il Lecce sulla trequarti, Majer la mette dentro l'area verso Dermaku, Turati costretto ad alzare in angolo. Poi corner che non ha sviluppi.

Al 41' Coda costretto al cambio, nel finale ancora il Lecce sfiora il gol. Gran giocata di Strefezza, che dal limite dell'area, sebbene in posizione defilata, calcia verso il palo lontano, sfera di poco a lato.

Majer raddoppia, la Reggina reagisce solo nel finale

Dopo un solo minuti dall'avvio della ripresa, Bellomo si fa rubare palla quasi sulla linea di metà campo, palla subito in profondità per Olivieri che opta per una conclusione dalla distanza, pallone di poco a lato, deviato peraltro da Cionek.

Dopo il doppio giallo pesantissimo comminato a Cionek e Hetemaj, che salteranno la gara contro l'Alessandria, Aglietti opa per il doppio ingresso di Galabinov e Ricci, ma il Lecce riesce a raddoppiare. Ripartenza bruciante dei giallorossi, Strefezza al limite appoggia per l'accorrente Majer, che a tu per tu, tutto solo, fulmina Turati.

Il Lecce decide di mettere i remi in barca, la Reggina provba a tenere alto l'orgoglio. Al 64' ci prova Galabinov, traversone dalla sinistra di Cortinovis, Galabinov sul secondo palo prova la deviazione, Gabriel salva in angolo. 

Dentro anche Tumminello, al 77' è Ricci a sfiorare la rete che avrebbe dimezzato il vantaggio giallorosso: traversone basso dalla destra di Adjapong per l'accorrente Ricci, che calcia sul primo palo, Gabriel non si fa sorprendere e chiude in corner.

Negli ultimi minuti, Baroni fa rifiatare alcuni titolari, mentre la Reggina spinge nel tentativo di tornare in extremis in partita, ma salvo qualche pallone messo in area da angolo, Gabriel non rischia praticamente nulla.

Tabellino e voti

LECCE (4-3-3): Gabriel 6; Gendrey 6,5, Dermaku 6, Lucioni 6, Gallo 6,5; Gargiulo 6,5, Hjulmand 6 (84' Helgason sv), Majer 6,5 (75' Blin sv); Strefezza 6,5 (84' Listkowski sv), Coda 5,5 (41' Olivieri 5,5), Di Mariano 6 (75' Rodriguez sv). a disposizione: Bleve, Samooja, Meccariello, Bjarnason, Bjornkengren, Barreca, Calabresi. Allenatore: Baroni 6,5

REGGINA (4-3-3): Turati 6; Adjapong 6,5, Cionek 5,5 , Regini 5,5, Di Chiara 5,5; Hetemaj 6, Crisetig 5,5 (70' Bianchi sv), Cortinovis 5,5 (70' Tumminello sv); Bellomo 5 (58' Ricci 6), Montalto 5,5 (58' Galabinov 6), Rivas 5 (73' Liotti sv). a disposizione: Micai, Lakicevic, Loiacono, Stavropoulos, Gavioli, Laribi, Denis. Allenatore: Aglietti 5

arbitro: Volpi di Arezzo       assistenti: Dei Giudici - Mondin                IV uomo: Moriconi

VAR: Nasca     AVAR: Capaldo

ammoniti: Crisetig, Cionek, Hetemaj (R), Di Mariano (L)

espulsi: -

note, corner: 5-5; recupero: 1' pt, 4' st ; spettatori totali: 9026, incasso: 94780 euro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce-Reggina, quarto ko di fila per gli amaranto: vince l'ex Baroni

ReggioToday è in caricamento